“Viaggio a…”: Paolo Brosio tra esperienze di fede e folklore

By on marzo 15, 2012
paolo brosio

text-align: center”>paolo brosio

Paolo Brosio lo aveva preannunciato: “Aspiro solo a dare spunti di riflessione per far scattare quella molla interiore che fa capire che c’è qualcosa di grande al di sopra di noi. Attraverso la preghiera, fonte di energia, possiamo arrivare alla nostra resurrezione, a cambiare il nostro modo di vivere e di pensare”. Ed è questo lo scopo del programma condotto dal giornalista già autore di A un passo dal baratro, Profumo di lavanda Viaggio a Medjugorje attraverso il quale desidera narrare la sua esperienza di fede. Viaggio a…, questo il titolo della trasmissione, per tre ore ha accompagnato ieri sera su Rete 4 i telespettatori (lo hanno seguito 1.678.000 di italiani, pari a duno share del 7,49%) in un percorso vario che ha raccontato la vita di persone comuni, quelle che hanno vissuto esperienze mistiche e straordinarie a contatto con la cristianità. Durante il programma (qui la puntata del 7 marzo) Brosio ha reso noti miracoli e misteri, intervistato tante persone testimoni di eventi apparentemente inspiegabili o vittime di dure prove che hanno dovuto affrontare nel corso della loro vita.

pellegrinaggio-a-medjugorje

Una terza puntata dedicata alla Madonna di Ghiaie di Bonate, apparsa nel 1944 ad Adelaide Roncalli, all’epoca solo una bambina di sette anni. Secondo la tradizione, la Madonna rivelò ad Adelaide le profezie su Pio XII e Hitler, destando l’interesse del mondo politico di quel tempo assolutamente impreparato all’evento. Il fatto, infatti, fu subito messo a tacere. Brosio ha invece recuperato un filmato d’epoca realizzato proprio nel momento dell’apparizione della Madonna. Nel corso del programma è stata messa in onda anche l’intervista a Mirjana Dragi?evi?, la veggente che dice di custodire i dieci segreti affidatigli dalla Madonna di Medjugorje durante i loro numerosi incontri. In essi sarebbe rivelato il destino dell’umanità.

Brosio ha poi incontrato l’ex campione di basket Ivo Juricic, al quale – secondo uno di questi segreti – dovrebbe ricrescere la gamba amputatagli a causa di un sarcoma alle ossa. Infine anche un po’ di storia: spazio infatti alla vicenda del giudice Rosario Livatino, ucciso dalla mafia e “beatificato” da Papa Giovanni Paolo II. Il magistrato, infatti, sarebbe apparso in sogno ad Elena Valdetara, guarita improvvisamente da un male incurabile. Tra testimonianze di pellegrinaggi e percorsi di vita incentrati sulla ricerca della fede, Viaggio a… ha chiuso il sipario parlando di Padre Pio e raccontando il miracolo del piccolo Matteo Colella guarito da meningite fulminante.

Un percorso indispensabile, secondo il giornalista. “La preghiera – dice – fortifica e invece da soli ci si sente vuoti. Abbiamo bisogno di riportare Dio all’interno della famiglia; così si salvano i propri cari e la società. Pregare senza giudicare nessuno, neppure i preti che sbagliano, aiuta a sconfiggere odi, dualismi e competizioni”.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

3 Comments

  1. barbara

    marzo 23, 2012 at 15:34

    volevo solo darti una dtritta sai che in piemonte ha volvera esisteva una signora chiamata la santa di volvera?? mariuccia ?? cè casa sua con tanti ex voto e magari anche i fratelli ti spegeranno la sua straordinaria storia ciao e complimenti

  2. Dario Falletta

    marzo 24, 2012 at 13:14

    Carissimo Paolo fratello in Cristo e Pellegrino io mi chiamo Dario ho 37 anni,innanzitutto voglio farti con tutto il mio cuore i complimenti per il tuo programma che e’ molto profondo e apre nuovi orizzonti a chi non conosce i luoghi di Medjugorie o le tante figure che risaltano l’amore di Cristo verso l’umanita’….io nel mio piccolo con la mia poca fede in questi ultimi anni ho avuto modo di vedere segni della Madonna nella mia vita ed avendo tempo addietro lanciato il cuore verso una meta santa di pellegrinaggio vale a dire Santiago de Compostela a giugno di quest’anno partiro’ per fare a piedi il pellegrinaggio partendo da Saint-Jean Pied de Port…tutto e’ inziato dopo la gravidanza di mia moglie della mia primo genita si e’ riscontrata una fortissima disfunzione alla tiroide dopo mesi di travaglio interiore una notte in sogno mi e’ apparsa una donna bellissima a secondo da dove la guardavo era ora una bambina ora una donna giovane che trasmetteva anche se bella una’abbandono non un’attrazzione fisica mi disse che tutto sarebbe andato bene per la prossima gravidanza e sarebbe nato un maschietto come se voleva specificarlo per darmi la prova concreta di quello che sosteneva dopo due anni cosi’ e’ accaduto e’ nato un maschietto che dall’inizio della gravidanza giorno 13 maggio a quando e’ nato 11 febbraio ha avuto in queste date il segno Mariano…ho accorciato il mio racconto ti abbraccio e ti ringrazio per le belle testimonianze che doni con il tuo programma

  3. elena laura

    marzo 29, 2012 at 20:30

    Mi chiamo Elena ed ho seguito con molto interesse tutte le puntate di viaggio a..l’annuncio che fai Paolo è linfa sulla nostra poca fede e non importa se l’audiebnce non è alta . Gesù prima gli apostoli poi lanciavano il loro seme senza preoccuparsi del riscontro . La ” conta” si farà un giorno ora è nacessario seminare per volontà del Padre, penserà Lui ad innaffiare, far sorgere il sole , dare le giuste condizioni a questo seme. Su di me, nel mio piccolissimo ,una ventata calda dell’amore di Dio… GRAZIEEEE !!!!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *