Wild – Oltrenatura del 29 febbraio, puntata interessante ma gli ascolti sono bassi

By on marzo 1, 2012
Fiammetta Cicogna, presentatrice

text-align: center”>Fiammetta Cicogna, presentatrice

Come ogni mercoledì, anche ieri 29 febbraio è andato in onda, in prima serata su Italia 1, Wild – Oltrenatura, programma condotto dall’ incantevole Fiammetta Cicogna. Anche n questa puntata la presentatrice ha guidato i telespettatori in un viaggio nella natura selvaggia, esplorata e ‘vissuta’ da novelli Indiana Jones come Bear Grylls e Steve Backshall. Animali pericolosi, paesaggi incontaminati, scenari inospitali, situazione al limite della sopravvivenza… sono stati questi – come al solito – gli ingredienti dell’ ultimo appuntamento di febbraio.

Nonostante la puntata si sia rivelata avvincente – almeno quanto quella precedente – non è riuscita a spiccare il volo dell’audience. Anche questa volta, Wild – Oltrenatura ha superato di poco i 2,3 milioni di telespettatori, conquistando uno share dell’ 11% scarso. Ciò evidenzia un particolare: Wild è considerato dagli italiani un programma di nicchia, benché la formula del documentario ‘agile e sciolto’ sia stata ideata proprio per avvicinare un pubblico più incline alla televisione generalista tout court (i documentari sono stati acquistati da Discovery Channel, non sono ‘farina del sacco’ della Mediaset’).

Bear Grylls fa colazione

In questa puntata Bear Grylls, ex Sas britannico (corpo speciale di soldati di Sua Maestà), si è avventurato nel Copper Canyon in Messico. La sua discesa tra le rocce è stata molto istruttiva. Ha dimostrato come sia possibile trovare riparo tra le rocce, ma anche come sia possibile pescare a mani nude immersi nel letto di un fiume. Ha fatto vedere come persino il fango possa rappresentare una fonte di nutrizione. Infine, ha ‘insegnato’ ai telespettatori a casa come costruire una bussola rudimentale e come rendere potabile l’acqua attraverso i cactus.

Tutto questo mentre Steve Backshall era protagonista di un incontro ravvicinato con un Cobra Reale della Thailandia, uno degli animali più pericolosi al mondo. E mentre Cade Courtly tentava di salvarsi da un dirottamente aereo (il tutto ovviamente a scopo didattico).  Interessante, infine, anche se di tenore radicalmente diverso, la storia di tre fratelli iper-obesi che hanno cercato di dimagrire utilizzando diete ‘estreme’.

About Giuseppe Briganti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *