25 anni di Brooke, Ridge, Stephanie ed Eric: l’anniversario di Beautiful ricordato da Geppi Cucciari a G’Day e da noi de LanostraTv

By on aprile 12, 2012
il nuovo logo di beautiful

text-align: center”>foto di gruppo del cast di beautiful

C’era una volta (25 anni fa, ndr) in un paese lontano (l’America, ndr) una famiglia molto ricca, anzi ricchissima, bella, anzi bellissima: i Forrester. La meravigliosa famiglia (niente a che vedere con quella del Mulino Bianco, ndr) non vive in un castello ma in una villa faraonica, il tenore di vita elevatissimo, che farebbe rabbrividire chiunque, lo ha conquistato grazie alla moda, eh si i Forrester sono degli stilisti. Amori, passioni, tradimenti (tanti, ndr), figli (soprattutto illegittimi, ndr), concepiti spesso e a volte nati anche in un famoso e isolatissimo chalet di montagna dove c’è la neve 12 mesi l’anno, sono solo alcuni degli ingredienti di questa favola moderna. Favola che continua ancora oggi, perchè, come avrete capito, sto parlando di una delle soap opera più famose e longeve della Tv: Beautiful. Seimiladuecento e rotte puntate, la prima è andata in onda il 23 marzo 1987 sul canale americano Cbs. In Italia su Rai 2, poi passata su Canale 5, il primo episodio è andato in onda il 4 giugno del 1990. Beautiful è trasmesso in più di 100 paesi nel mondo ed è seguito da circa 450 milioni di persone ogni giorno. Cifre da capogiro, soprattutto se pensiamo che le vicende e le storie, gira che ti rigira, riguardano sempre la stessa famiglia, allargata, ringiovanita, con figli che in una puntata hanno 13 anni nell’altra sono già maggiorenni e pronti a tutto.

beautiful-25-anni-lanostratv

I volti più longevi, presenti dall’inizio della soap però sono quattro (insieme nella foto sopra, ndr): Ronn Moss (Ridge-ermascellone-Forrester, ndr), Susan Flannery (Stefanie-mispezzomanonmollo-Forrester, ndr), John McCook (Eric Forrester, ndr) e Katherine Kelly Lang (Brooke-permelamenopausanonarriveràmai-Logan). In effetti sono i volti storici di Beautiful, senza di loro non sarebbe la stessa cosa. Provate a pensare ad una puntata senza una lacrima di Brooke, una litigata tra lei e Stephanie (sono arrivate anche alle mani, ndr) o che la Logan per sbaglio non vada a letto con qualcuno della famiglia (rigorosamente maschio, almeno per ora, ndr), beh non sarebbe Beautiful.

A ricordare questo anniversario in Italia ci ha pensato il settimanale Vanity Fair con un articolo e foto esclusive calde calde dal set e poi Geppi Cucciari durante il suo esilarante, ormai diventato  un cult, G’Day. La Cucciari oltre ad ironizzare sulla serie americana ha invitato in studio Mavi Felli, la doppiatrice di Brooke, che ha prestato la sua voce alla conduttrice in un dialogo demenziale con Enrico Silvestrin.

Beautiful negli anni ci ha abituati a tutto, morti che non sono morti, personaggi che ritornano più volte, sta di fatto che tutti, almeno una volta nella vita, hanno visto una puntata della soap. Va in onda di giorno, in fascia non protetta, ma quante scene hot abbiamo visto? Quante volte i protagonisti sono rimasti a petto nudo? Quante volte saune, piscine e caminetti accesi (anche in piena estate, ndr) sono stati lo scenario di amplessi tra i maschi della famiglia e Brooke? Che diciamocelo non se n’è fatto scappare uno.

Ma Beautiful piace anche per questo, fa sognare ed è diventato ormai un appuntamento fisso da più di venti anni per milioni d’italiani, tra l’altro nelle prossime settimane il cast arriverà in Puglia per girare delle nuove puntate.

Quindi lunga vita a Beautiful e soprattutto tanti auguri.

About Nicola Zamperetti

Nato a Valdagno (VI) nel 1978, da un decennio lavora nel mondo dello spettacolo come performer teatrale e attore. Ha partecipato a molti programmi come "Sarabanda" "Domenica In" "Carramba che fortuna"... Scopre l'amore per il teatro, soprattutto per i Musical (Grease,Il Ritratto di Dorian Gray e A Chorus line) e per le Fiction (La Ladra, Il Peccato e la Vergogna e Donna detective). E' cresciuto guardando la tv e si definisce figlio del tubo catodico. Promette di essere ironico, tagliente e cinico nei suoi Articoli.

One Comment

  1. Mauro Mariani

    aprile 12, 2012 at 16:42

    complimenti per articolo,scritto con la giusta ironia……

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *