A Che tempo che fa Vicari e Procacci presentano Diaz – Don’t clean up this blood. E stasera arriva Roberto Benigni

By on aprile 15, 2012
diaz

text-align: center”>Che tempo che fa ospite Benigni

Non è un documentario, nè un’inchiesta, ma un film che vuole raccontare un pezzo di storia recente del nostro Paese: nella puntata di ieri di Che tempo che fa, Daniele Vicari e Domenico Procacci hanno presentato Diaz – Don’t clean up this blood, la pellicola sui fatti del G8 di Genova del 2001. Il regista e il produttore del film hanno spiegato di voler fare luce su quella che è stata “la più grave sospensione dei diritti democratici di un Paese“, come definita da Amnesty International: la vicenda dell’irruzione nella scuola Diaz e successivamente nella caserma di Bolzaneto, secondo Daniele Vicari, è stata solo parzialmente raccontata dalla tv, tanto che “gli spettatori della pellicola escono dalla sala sorpresi da ciò che vedono. Negli anni abbiamo accettato il racconto fatto dai media, noi abbiamo ricostruito i fatti a partire dai processi e dalle testimonianze di parti offese ed imputati“. Una pellicola che va oltre le motivazioni politiche di chi ha subito violenze da parte delle forze dell’ordine, e che riguarda invece tutti noi, perchè attiene alla “universalità del diritto e della democrazia“. Domenico Procacci, produttore del film con Fandango, ha spiegato che il racconto non vuole indicare buoni e cattivi, nè criminalizzare la polizia in quanto tale, ma semplicemente riaprire un discorso di democrazia: molti reati consumati a Genova sono già caduti in prescrizione e nessuno ha mai chiesto pubblicamnete scusa per ciò che è accaduto a Genova. “Il film non contine nessuna interpretazione politica – ha dichiarato Procacci – ma racconta le responsabilità acclarate dai processi“. La pellicola è nelle sale da venerdì: protagonisti sono Elio Germano, Claudio Santamaria e Jennifer Ulrich.

benigni-allen

Nella puntata di Che tempo che fa di questa sera ci sarà un ospite d’eccezione. Roberto Benigni presenterà l’ultimo film che lo vede protagonista, To Rome with love, diretto nientemeno che dal Maestro Woody Allen: in uno dei quattro episodi del film, Benigni interpreta un borghese romano colpito dalla celebrità improvvisa. Un cast internazionale quello del film, che vede tra gli altri Penelope Cruz e Alec Baldwin, ma anche tantissimi attori italiani, come Antonio Albanese, Ornella Muti e Riccardo Scamarcio. Due volte premio Oscar nel 1999 per il capolavoro La vita è bella, per il miglior film straniero e il miglior attore protagonista, Benigni tornerà nello studio di Che tempo che fa dopo sei anni dall’ultima volta. Altro ospite, ormai abituale, del salotto di Fabio Fazio, sarà il professor Flavio Caroli, che terrà la sua rubrica di storia dell’arte e della pittura. Infine, l’editorialista di Repubblica,  scrittore e docente di Teologia Vito Mancuso presenterà il suo ultimo libro Obbedienza e libertà – Critica e rinnovamento della coscienza cristiana.

Immmancabile, in chiusura del programma, l’appuntamento con la satira di Luciana Littizzetto: chissà se ci sarà un incontro in studio con Roberto Benigni. Nel caso, un evento da non perdere.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *