Adriano Celentano: il cachet del Festival di Sanremo devoluto ad Emergency e a famiglie bisognose

By on aprile 7, 2012

text-align: center”>Adriano Celentano: compenso Sanremo in beneficenza

E’ trascorso un mese e mezzo dalla sua contestata partecipazione al Festival di Sanremo: a far parlare di Adriano Celentano, oltre alle sue invettive trasversali, era stato anche il compenso stabilito nel contratto di partecipazione. La cifra di 700mila euro gli era valsa le critiche dell’Avvenire (poi aspramente contestato dall’artista sul palco dell’Ariston) e di una schiera di commentatori che si era a lungo interrogata sulla sua opportunità di questo compenso alla luce dei passivi della Rai. Il Molleggiato aveva messo a tacere tutti dichiarando che avrebbe devoluto l’intero importo in beneficenza, pagandoci pure le tasse: l’idea era quella di dividere l’importo in parti uguali da devoldere a favore di famiglie bisognose individuate da alcuni dei grandi comuni italiani sul proprio territorio.

Soldi che però non si erano ancora visti, secondo Claudia Mori a causa di ritardi da parte di Viale Mazzini. “La Rai ha rispettato i tempi per il pagamento del compenso di Adriano Celentano per la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2012“, aveva fatto sapere la dirigenza, quando proprio due giorni fa il sindaco della Capitale, Gianni Alemanno, aveva espresso una richiesta di spiegazioni in merito al ritardo dell’erogazione del contributo promesso dal Comune a famiglie bisognose. Dopo poche ore è arrivata la conferma dell’avvenuto pagamento: “Abbiamo ricevuto il compenso di 700 mila euro per la partecipazione al Festival di Sanremo” ha annunciato in una nota la famiglia Celentano, spiegando modi e termini entro i quali la cifrà è stata devoluta in beneficenza.

adriano-celentano-e-gianni-morandi-sanremo-2012

Dei 700mila euro di cachet, “200mila sono stati inviati agli ospedali diEmergency, il Centro Chirurgico e pediatrico di Goderich in Sierra Leone e all’Ospedale cardiochirurgia di Khartoum in Sudan“, mentre “i 500mila euro destinati a 25 famiglie italiane saranno inviati dal notaio sanremese ai sindaci di Roma, Napoli, Bari e Cagliari che avranno ciascuno a disposizione 20.000 euro per 4 famiglie. I sindaci delle citta’ di Milano, Verona e Firenze avranno ciascuno a disposizione 20.000 euro per 3 famiglie”. Una vicenda che si è risolta nel migliore dei modi: nessuna amarezza per le polemiche di questi giorni, si era trattato solo di un disguido, poichè il compenso al Molleggiato da parte della Rai ha seguito l’abituale iter burocratico con i relativi tempi di accredito. Il Clan ha aggiunto, nella nota, che Adriano Celentanonon conoscerà in alcun modo i nomi delle famiglie individuate. Le uniche indicazioni fornite ai sindaci sono che all’interno del nucleo familiare ci siano dei bambini. I sindaci saranno garanti che i soldi arrivino a destinazione secondo le modalita’ indicate”.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *