Anticipazioni del ciclo “Mai per amore”: stasera il terzo film “La fuga di Teresa” di Margarethe Von Trotta

By on aprile 10, 2012
la fuga di teresa ciclo mai per amore

text-align: center”>la fuga di teresa ciclo mai per amore

Sono Stefania Rocca e Alessio Boni i protagonisti del terzo film del ciclo Mai per amore (qui e qui abbiamo parlato dei primi due film andati in onda), prodotto da Claudia Mori per sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema molto scottante, quello della violenza contro le donne. A dirigere La fuga di Teresa in onda stasera 10 aprile alle 21,10 su Rai Uno è Margarethe Von Trotta, regista tedesca di fama internazionale già nota per numerose pellicole di grande interesse come Il caso Katharina Blum, Sorelle – L’equilibrio della felicità, Anni di piombo, Lucida follia, Rosa L. e Rosenstrasse. La trama del film è incentrata nello specifico sulla violenza domestica, una delle più gravi e più silenziose piaghe che possiamo immaginare. Secondo alcuni dati Istat risalenti al 2006 e riguardanti la prima indagine completa sulle donne in Italia – effettuata su un campione di 25mila donne in un’età compresa tra 16 e 70 anni6.743.000 donne dai 16 ai 70 anni sono vittime di violenza fisica o sessuale nel corso della vita. Nel 2006 le donne vittime di violenza sono state circa 1.150.000, mentre i ricatti sessuali sul lavoro hanno riguardato 900mila donne. Ma non è finita qui: il 14,3% delle donne ha subito almeno una volta violenza fisica o sessuale da parte di un partner o di un ex partner, mentre il 24,7% da un altro uomo. La maggioranza delle vittime ha subito violenza nel 67,1% da parte del partner, nel 52,9% da non partner, nel 21% violenza sia in famiglia che fuori.

una-scena-de-la-fuga-di-teresa

Teresa (Nina Torresi) è una ragazza adolescente che studia in un collegio e non riesce ad accettare la morte di sua madre suicida qualche tempo prima. Contrariamente, suo padre Stefano, medico amato e stimato, pur rimasto addolorato per la perdita è convinto che la causa del malessere di sua moglie fosse stata una depressione cronica. Ma Teresa, per superare il dolore, è costretta a scavare nella sua memoria e a cercare i motivi di questa scelta così drammatica. E così scopre che sua mamma ha abbandonato una splendida carriera manageriale chiudendosi in un isolamento volontario per due anni. Teresa fugge di casa assieme al suo amico Miki (Alessandro Sperduti), un ragazzo appena maggiorenne che non gode di buona fama e che è molto innamorato di lei. Il viaggio romantico dei due si trasforma in un percorso canalizzato alla ricerca dei motivi di un dramma familiare che si è consumato tra le mura domestiche. Man mano Teresa scopre l’infelicità di sua madre celata nel silenzio e nella pressione psicologica che ha subito.

Questo film è una chiara denuncia di un fenomeno purtroppo sempre più diffuso.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *