Chi l’ha visto, oggi 25 aprile il caso di Denis Bergamini

By on
Un'immagine del calciatore Denis Bergamini

text-align: center”>Un'immagine del calciatore Denis Bergamini

Stasera 25 aprile 2012 alle 21,05 nuova puntata per la trasmissione di Federica SciarelliChi l’ha visto?” in onda su Raitre che si concentrerà per la maggior parte sul caso di Denis Bergamini, il calciatore del Cosenza che è stato travolto da un camion nel lontano 18 novembre 1989 a Roseto Capo Spulico, in circostanze ancora poco chiare tanto che i genitori del calciatore attendono da tempo di conoscere la verità su quanto accaduto al giovane.

E proprio i parenti di Denis, Domizio e Donata Bergamini,padre e sorella del calciatore,  saranno presenti stasera a Chi l’ha visto ospiti della Sciarelli, per parlare insieme al legale della famiglia Eugenio Gallerani sui nuovi risvolti riguardanti alla morte di Denis che inizialmente fu giudicata causa di un suicidio anche se la famiglia non ha mai creduto a questa ricostruzione. Secondo la famiglia infatti Denis potrebbe essere stato ucciso e proprio la sorella ha lanciato un messaggio eloquente rivolto a coloro a conoscenza di particolari riguardo la drammatica fine del fratello: “chi ha nascosto, chi ha omesso, chi ha mentito e chi ha ucciso non può e non deve rimanere impunito. È un nostro diritto sapere come, perchè, e chi ha ucciso Denis”.

chi-lha-visto

Non ci sarebbero dubbi, secondo la famiglia, che Denis non si sia lanciato volontariamente sotto il tir ma sia stato vittima di un omicidio e stasera a Chi l’ha visto si parlerà proprio della ricostruzione di quella giornata, in cui verranno esaminati gli aspetti tecnici sulle tracce del camion analizzando l’orologio sul polso del calciatore al fine di ricostruire l’ora esatta del decesso. Dopo la riapertura dell’inchiesta da parte della Procura della Repubblica di Castrovillari che ha disposto una serie di perizie e accertamenti, pare proprio che la versione della famiglia sia sempre più attendibile: Denis è stato ucciso, e quanto auspicano i familiari e anche i tifosi del calciatore, è di poter conoscere finalmente la verità e avere giustizia.

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".
Articolo aggiornato il

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *