Corsa a tre per la direzione di Studio Aperto. Rigoni o Summonte per il Tg4 delle 18:55

By on aprile 7, 2012

text-align: justify”> 

Mediaset deve sostituire Fede e la Parodi

Una nuova direzione per Studio Aperto e due sostituti per  Emilio Fede e  Cristina Parodi. A Mediaset sono in corso riunioni per decidere il nuovo conduttore del Tg4 che dovrà sostituire Emilio Fede nell’edizione serale.  Giovanni Toti, dopo aver eliminato le meteorine e sipario, sta cercando insieme ai vertici del biscione il volto giusto per l’edizione serale del Tg4 . In cima alla lista il nome di Salvo Sottile ma gli impegni del conduttore di Quarto Grado sembrano rendere tutto più difficile. In gioco restano due ex volti del Tg5, ora alla corte di Mario Giordano a TgCom24: Luca Rigoni e Fabrizio Summonte. Cristina Parodi passerà a La7 e a Clemente Mimun tocca scegliere una sostituta per l’edizione delle 20. La Parodi ha il contratto fino a giugno ma sembra improbabile che possa restare alla conduzione. Cinque i nomi che circolano più insistentemente. Elena Guarnieri,ex Studio Aperto e già conduttrice di Vite Straordinarie, l’ex Skytg24 Simona Branchetti, Domitilla  Savignoni e le due figlie d’arte Susanna Galeazzi e Costanza Calabrese.  L’edizione delle 20 è ovviamente la più ambita e si sta cercando di valutare tutte le aspiranti conduttrice molte delle quali già impegnate nell’edizione delle 13.

cristina-parodi-2

Giovanni Toti non potrà mantenere a lunga due direzioni. Mediaset sta cercando il nuovo direttore di Studio Aperto. La corsa in questo momento sembra essere a tre. Claudio Brachino, direttore di Videonews, Annalisa Spiezie, vicedirettore del canale all news TgCom24 e Giorgio Mulè già direttore di Studio Aperto e attualmente direttore di Panorama. La decisioni sarà presa a giorni. Il Tg5 resta saldo nelle mani di Mimum che sarebbe disposto ad abbandonarlo per un ruolo importante in Rai, non ha negato che gli piacerebbe diventare o direttore generale o presidente della Rai. Paolo Del Debbio ha chiesto all’azienda maggiore spazio. Per questo motivo il contenitore Mattino cinque dovrebbe allungarsi di un’ora consentendo al giornalista di avere maggiore possibilità di approfondire argomenti giornalistici. Il futuro di Emilio Fede non è ancora chiaro. Un programma a Mediaset, un impegno a Radio 1, insomma circolano tante voci ma per il momento nulla di ufficiale.

About Giuseppe Candela

Nato a Nocera Inferiore(Sa) si è laureato in Scienze della Comunicazione con una tesi sulla comunicazione politica dal titolo “Pop o Papi? Vizi privati e pubbliche virtù. L’assenza-essenza dei media”. Si sta specializzando nell’ambito televisivo. Appassionato di calcio, di politica e soprattutto del piccolo schermo, ha collaborato e collabora con tv e giornali locali. Da settembre 2009 è opinionista a “Domenica in L’Arena” su Raiuno. Ha scritto e condotto eventi che hanno avuto risonanza nazionale. Guarda con occhio critico la televisione senza nessun pregiudizio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *