Domenica In-L’arena: Massimo Ranieri dichiara guerra alla tv spazzatura e ripropone il Grande Teatro in tv

By on aprile 29, 2012
Foto Massimo Ranieri Cantante

text-align: left”>Foto Massimo Ranieri Cantante

Andare a teatro è da colti o da antichi. Chi capisce quei testi così profondi e complicati deve essere davvero un genio o un tipo solitario che non ha niente di meglio da fare. Perché dovremmo rovinare il nostro week end in un salone con poltroncine rosse e gente per bene? Perché dovremmo rinunciare ai jeans strappati per indossare un vestito da sera o giacca e cravatta? Questa è la considerazione che hanno numerosi giovani riguardo il teatro. Si fermano all’apparenza e colgono solo i lati negativi di questa esperienza. Non riescono ad attualizzare i temi affrontati nelle varie opere perché si sentono così ‘avanti’ da non poterle comprendere neanche minimamente. Non capiscono che non è  poi così difficile soffermarsi sul senso della storia e arrivare al pensiero dell’autore; è questione di abitudine e di buona volontà. Non c’è bisogno di crearsi problemi che non esistono solo perché non si vuole rischiare di essere ‘fuori moda’. E visto che andare personalmente a teatro risulta ‘troppo pensate’, Massimo Ranieri, dopo circa 36 anni, ha deciso di riproporre questo genere in tv.

foto-massimo-ranieri-attore

Si spera che questo tentativo non sia votato al fallimento, e soprattutto, si spera che i ragazzi non cambino canale. La sera del 1 maggio andrà in onda su Rai 1 “Sabato Domenica e Lunedì”, una commedia di Eduardo De Filippo riproposta da Massimo Ranieri come regista e attore. Ormai, il cantante/attore napoletano ha lanciato una sfida ai reality e alle fiction; entro il prossimo anno vorrebbe riportare il pubblico italiano sulla ‘retta via’ visto che, negli ultimi anni, si è lasciato travolgere da una valanga di programmi spesso immorali e senza senso. Massimo Ranieri che ha conosciuto i veri ‘big’  del mondo dello spettacolo, non se la sente di lasciare gli italiani in questo mare di filmetti e trasmissioni di basso livello che potrebbero peggiorare ancora di più la reputazione della nostra nazione. E’ ora di cambiare, ma questa volta, in meglio! Basta con le banalissime storie strappalacrime tutte uguali e costruite e basta con chi compare sul nostro schermo solo per soldi! Il pubblico ha bisogno di respirare la passione e la bravura di talenti veri e propri e non la brama di chi aspira a diventare famoso solo per autografi e serate in discoteca.

Massimo Ranieri, durante l’intervista di Massimo Giletti, ha dichiarato di voler abbattere questa sorta di muro di Berlino che il tempo ha costruito tra pubblico e teatro. Il cantante napoletano non è disposto ad arrendendersi, perché sa che qualità e raffinatezza avranno la meglio sulla attuale tv spazzatura. E così, alzandosi in piedi e  citando il grandissimo Corrado, Massimo Ranieri ha ribadito a gran voce che: “Il teatro non finisce qui!”

About Martina Morlè

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *