Dopo il succeso del 3D al cinema, arriva in tv “Titanic – Blood and Steel” con Alessandra Mastronardi

By on aprile 9, 2012
titanic-fiction

text-align: center”>Titanic - Blood and Steel dal 22 aprile su Rai1

In occasione del centenario dell’affondamento del transatlantico, Rai1 propone una serie tv a puntate sulla tragedia del Titanic, coprodotta da Rai Fiction insieme a prestigiosi partner europei e americani, sulla scia del grande successo cinematografico della versione 3D del kolossal di James Cameron. La costosissima riedizione digitale della pellicola è costata alla Fox la bellezza di 18 milioni di dollari, ma sta restituendo l’investmento in termini di incassi al botteghino (2.3 milioni di euro nel solo weekend pasquale in Italia). Perchè non sfruttare dunque questa occasione anche in tv? Rai1 aveva programmato la serie tv Titanic – Blood and Steel il 15 aprile, in concomitanza con l’anniversario della tragedia del mare, ma Canale 5 non è rimasta certo a guardare e ha pensato bene di programmare, per quello stesso giorno e per l’ennesima volta in quindici anni dall’uscita nelle sale, il Titanic di Cameron, quello che nel 1997 conquistò il pubblico di tutto il mondo con la struggente storia d’amore interpretata da Leonardo Di Caprio e Kate Winslet. Così Rai1 ha deciso di anticipare la messa in onda della fiction Una grande famiglia, e salvaguardare Titanic – Blood & Steel posticipandola al prossimo 22 aprile.

alessandra-mastronardi

In realtà la fiction sarà un prequel del celebre capolavoro di James Cameron e racconterà la realizzazione del transatlantico britannico, dalla fase di progettazione al primo (ed anche ultimo) viaggio in mare. In sei puntate ricostruirà dunque la storia del gigante del mare che doveva essere “inaffondabile” e che invece la notte del 15 aprile 1912 urtò contro un iceberg e si inabissò con i suoi con 1.517 passeggeri a bordo. Non mancherà il filone sentimentale che tanto ha fatto sognare gli spettatori al cinema: al centro della fiction ci sarà la storia d’amore tra l’ingegnere metallurgico Mark Muir (Kevin Zeger) e l’immigrata di origini italiane Sofia Silvestri, che ha il volto di Alessandra Mastronardi, copista dei progetti del transatlantico. La giovane attrice di origine partenopea è l’unica presenza femminile italiana nella serie, affiancata da altri due attori affermati attori nostrani come Massimo Ghini ed Edoardo Leo, e da un supercast internazionale che vede tra gli altri Chris Noth (più famoso per essere il Mister Big di Sex and the city) e Neve Campbell (storica protagonista del telefil cult Cinque in Famiglia).

Reduce dal successo di Atelier Fontana, in cui interpretava Micol, una delle tre sorelle dello storico atelier Fontana, e protagonista di recente della serie in costume La certosa di Parma di Cinzia Th Torrini (già nel prossimo autunno sarà in onda la seconda stagione), Alessandra Mastronardi ha dato una virata decisa alla sua carriera quando ha abbandonato definitivamente il ruolo che le ha regalato la grande popolarità, quello di Eva Cudicini ne I Cesaroni. Nella quinta serie della fiction, che vedrà il ritorno di Elena Sofia Ricci, il personaggio di Eva non ci sarà: d’altronde, alla Mastronardi la Garbatella deve stare un po stretta, visti i set internazionali che sta calcando negli ultimi mesi. Insieme a Massimo Ghini e ad altri colleghi italiani (tra cui Robero Benigni), la bella attrice è stata anche diretta da Woody Allen nel suo prossimo film in uscita, Bop Decameron. Quanto basta per dire addio per sempre a “un personaggio lagnoso” come quello di Eva nei Cesaroni (Mastronardi dixit).

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *