E’ stato solo un flirt: il noioso people show della Clerici insegue Amici di Maria De Filippi

By on aprile 22, 2012

text-align: center”>E' stato solo un flirt: Antonella Clerici

Dopo una stagione a dir poco disastrosa per il sabato sera di Rai1, la rete amiraglia della tv di Stato ci riprova con un nuovo (si fa per dire) format affidato alla sempreverde Antonellina Clerici. In realtà diciamo subito che di nuovo c’è ben poco: E’ stato solo un flirt è l’ennesimo people show che spiattella dinanzi alle telecamere i sentimenti e la vita privata di emeriti sconosciuti che per dieci minuti circa si godono le luci della ribalta. Messi da parte i fornelli de La prova del cuoco e abbandonati al loro destino i fanciulli di Ti lascio una canzone, la Clerici stavolta punta tutto sulle storie d’amore, raccontate in stile amarcord dalla viva voce dei protagonisti: flirt mai davvero consumati, amori di gioventù durati il tempo di un’estate o amicizie speciali perdute, ricostruite in clip stile docufiction e provate da “scatole dei ricordi” di chi non ha mai dimenticato quegli episodi. Infine l’incontro, lo stupore nel rivedersi e la costatazione di essere cambiati. Insomma, un mix del più classico Carramba che sorpresa e delle missive della De Filippi in C’è posta per te.

Niente di nuovo sul palco di Rai1, che dopo il flop di Ballando con le stelle, protagonista di una stagione sfortunata sotto il profilo degli ascolti, propone quattro puntate di uno show dei sentimenti convenzionale e datato, che tuttavia ha retto l’urto contro l’armata di Amici di Maria de Filippi, dove per uno strano scherzo del destino c’è davvero un flirt su cui è concentrata tutta l’attenzione dei telespettatori: il talent show vince la sfida degli ascolti (anche se il boom tanto atteso in seguito ai pettegolezzi della settimana non c’è stato) con 4.410 telespettatori e il 20,75% di share, anche se il programma della Clerici sorprendentemente si attesta su cifre molto vicine a quelle della concorrenza, con 4.268 telespettatori e il 18,76% di share. Segno che nonostante il ritmo inesistente, i toni un po’ stucchevoli e l’assoluta mancanza di idee, il programma “non è stato un flop“. Anzi.

amici-11-sabato-sera

E dire che ci si attendeva una performance ben diversa dalla megapuntata messa in piedi da Maria De Filippi su Canale5: un ospite internazionale come Dustin Hoffman, con cui la padrona di casa ha civettato tutta la sera seppur con evidenti problemi dovuti all’incomprensione linguistica, lo scandalo della settimana che ha scaldato il pubblico e le eliminazioni degli artisti in gara affidate al solo televoto. Maria stavolta non ha sfondato, nonostante il teatrino Stefano-Belen (escludiamo volutamente Emma che è sembrata l’unica vittima inconsapevole di questo spettacolo a metà tra il trash e il grottesco), i fischi del pubblico all’indirizzo della showgirl argentina, le proteste della giuria esterna che ha esposto i cartelli di protesta con scritto “NO” al momento dela sua esibizione, la tensione e le lacrime sul volto di Emma, che ne è uscita comunque con grande signorilità, a differenza dei due compari di flirt. L’auditel non ha preso il volo e Antonella Clerici può sperare nel sorpasso già dalla prossima settimana. Anche se il suo programma davvero non lo merita. E siamo certi che in molti si saranno posti sì, ma con qualche modifica, la fatidica domanda: “E’ stato solo un flirt… tra Belen e Stefano?

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

One Comment

  1. angela di pietro

    aprile 22, 2012 at 15:59

    E’ stato solo un flirt mi incuriosiva, perché amo il tempo delle mele come canzone e come concetto. E’ stato noiosissimo invece e la vicenda triste dell’uomo finito su una sedia a rotelle pur drammatica poteva far venire il dubbio che fosse stata strumentalizzata – cosa che non è avvenuto, ne sono certa, ma poteva far venire il dubbio – per fare audience. bella invece la liason fra il cameriere siciliano e l’ereditiera belga. massimiliano pani una piacevole scoperta: umile, cortesissimo, dolce e con occhi buoni, un gentiluomo (ma deve alzare il tono della voce, non riuscivo a sentirlo!).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *