Eva-lo spettacolo della scienza: flopperà anche la terza puntata?

By on aprile 30, 2012

text-align: justify”>eva lo spettacolo della scienzaE’ inutile, sembra che l’intrattenimento scientifico soft non riesca a imporsi nel panorama televisivo italiano. L’esperimento di Eva-lo spettacolo della scienza su Rai Due si è dimostrato pressoché disastroso nei due scorsi appuntamenti registrando dati d’ascolto molto bassi per la media di rete. Sarà per i contenuti, sarà per l’esordio alla conduzione della modella Eva Riccobono, bellissima ma non a proprio agio nelle vesti di conduttrice, ma il format non sembra davvero attecchire. Intanto stasera il consulente scientifico Massimo Polidoro ci spiegherà i meccanismi mentali che portano a sviluppare una dipendenza dal gioco d’azzardo. Spazio anche a un test in grado di misurare l’inquinamento provocato dalle automobili e sigarette per poi passare ad un servizio sui tifosi di calcio. Riusciranno questi e altri argomenti a stuzzicare l’interesse del pubblico in una concorrenza che vede schierati il corazzone di Una Grande famiglia su Rai Uno e Luca e Paolo su Canale Cinque? Staremo a vedere, intanto possiamo constatare con amarezza che il tradizionalismo e l’impostazione classica di programmi cardini della scienza come SuperQuark riesce a imporsi molto più serenamente di altre nuove proposte che vedono Roberto Giacobbo in prima linea.

eva-costantino-della-gherardesca

Come riserverà il destino al nuovo format Eva?Insuccesso perenne o riscatto immediato?Intanto la creatività langue e l’auditel non si innalza.

About Mario Manca

Specializzando in Televisione,Cinema e New Media presso Libera Università di Lingua e Comunicazione Iulm di Milano. Ama e segue la televisione da una vita e desidererebbe dare un contributo attivo alla creazione di un modello televisivo teso alla qualità e intelligenza informativa con interventi autoriali mirati. Il suo modello di critica televisiva è Aldo Grasso e Madonna è la sua artista musicale preferita.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *