Gli stipendi d’oro degli attori di fiction. Ecco le cifre

By on aprile 23, 2012

text-align: center”>Ecco i cachet degli attori della fiction italiana

C’è una casta intoccabile e non stiamo parlando dei politici. Si tratta degli attori di fiction che nonostante la crisi economica continuano a guadagnare delle cifre spropositate. Se i conduttori tv e il mondo della televisione in generale sta subendo un ridimensionamento dei cachet la stessa cosa non accade per gli attori della fiction televisiva italiana. In barba alla privacy il mensile Tivù ha fatto i conti in tasca agli attori più amati. I più amati e più richiesti sono Luca Zingaretti, Beppe Fiorello e Gigi Proietti. Per una puntata de Il Commissario Montalbano Luca Zingaretti arriverebbe a chiedere 450 mila euro a puntata. Per una miniserie da due puntate Beppe Fiorello percepisce tra i 400 mila e i 600 mila euro. Fiorello però sembra uno dei pochi disposto a trattare. Per avere Gigi Proietti in una miniserie da due puntate bisogna sborsare 500 mila euro. Terence Hill prende poco meno di un milione per Don Matteo, mentre Nino Frassica chiede 500 mila euro per una fiction da sei puntate. Raul Bova non si muove per meno di 300 mila euro per un film tv, ne servono 500 mila per due puntate e 1,2 milioni per una fiction da sei puntate. Non cambia il discorso per le attrici. Gabriella Pession chiede 100 mila euro a puntata per una fiction da sei puntate. Vittoria Puccini può arrivare fino a 400 mila euro per una fiction da due puntate. La lista è lunga, citiamo alcuni esempi per rendere l’idea.

foto-raul-bova

Cachet stellari che non sono concessi per fiction evento ma per fiction “normali”. Le cifre citate si riferiscono solitamente ad un impegno che va dalle quattro alle otto settimane e bisogna considerare che molti di questi attori partecipano non solo ad una fiction all’anno. Qualcuno storcerà il naso e parlerà di valore di mercato ma in un periodo di tagli generale che porta spesso la fiction italiana a perderne dal punto di vista qualitativo, ci si può permettere che i compensi degli artisti porti via il 25% del budget totale? Gli attori di fiction guadagnano molto di più dei colleghi impegnati al cinema. Ad influire sul budget ci sono anche gli sceneggiatori che guadagnano tra i 100mila e 150mila euro per una miniserie in due puntate. Non sarebbe il caso di tagliare i cachet degli attori ed utilizzare quei soldi per migliorare la qualità della fiction italiana?

About Giuseppe Candela

Nato a Nocera Inferiore(Sa) si è laureato in Scienze della Comunicazione con una tesi sulla comunicazione politica dal titolo “Pop o Papi? Vizi privati e pubbliche virtù. L’assenza-essenza dei media”. Si sta specializzando nell’ambito televisivo. Appassionato di calcio, di politica e soprattutto del piccolo schermo, ha collaborato e collabora con tv e giornali locali. Da settembre 2009 è opinionista a “Domenica in L’Arena” su Raiuno. Ha scritto e condotto eventi che hanno avuto risonanza nazionale. Guarda con occhio critico la televisione senza nessun pregiudizio.

One Comment

  1. Davide

    novembre 10, 2015 at 19:15

    Ma che significa??? Se chiedono così tanto significa che fanno guadagnare molto alla Rai, ai produttori ecc., se non fosse così non chiederebbero così tanto perchè nessuno li chiamerebbe.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *