“Helena & Glory”: 4,7 mln per l’ultimo film contro la violenza sulle donne

By on aprile 18, 2012
helena & glory film tv marco pontecorvo

text-align: center”>helena & glory film tv marco pontecorvo

Si è concluso ieri sera con il quarto film Helena & Glory di Marco Pontecorvo il ciclo Mai per amore, (quiqui e qui gli altri tre film andati in onda), prodotto dalla Ciao Ragazzi di Claudia Mori e dedicato alla violenza contro le donne. Nel cast Barbora Bobulova (Helena), Thomas Trabacchi (Brandini), Esther Ortega (Glory) ed Evita Ciri (Silvia). Il programma ha ottenuto 4.769.000 telespettatori e uno share del 17.17%.

Un pescatore trova una ragazza gravemente ferita, apparentemente volata giù da un balcone. Dai primi esami si evidenzia che oltre le ferite dovute alla caduta, presenta anche alcune ecchimosi precedenti. Helena, questo il nome della ragazza, ancora in stato confusionale, ricorda di essere stata picchiata da un uomo e di essere poi caduta giù. Lo stesso uomo si presenta in ospedale e la minaccia: se racconterà quello che è successo la vita di suo figlio potrebbe essere in pericolo. Il commissario di polizia Brandini comincia a indagare sui fatti, intuendo che la donna sia vittima di un giro di prostituzione. Helena intanto, ancora ricoverata in ospedale, viene interrogata dal commissario e da una volontaria di un’associazione che si occupa di donne maltrattate, ma non ha voglia di parlare e mente dicendo di essersi lanciata dal balcone. Poi decide di fuggire e di rifugiarsi a casa della sua amica Glory, ormai fuori dal giro di prostituzione, impiegata in un supermercato e fidanzata con Sauro. Il figlio di Helena, Leo, è invece custodito dalla madre di Christian, la quale non le permette neanche di parlarci al telefono.

una-scena-di-helena-&-glory

Dopo che Glory viene aggredita da Christian dentro casa, Helena capisce di aver messo l’amica in pericolo e quindi decide di chiamare Silvia, la ragazza dell’associazione, e farsi aiutare da lei. Quindi si trasferisce nella casa che ospita altre donne maltrattate e racconta la sua storia al commissario Brandini: tre anni prima si era trasferita in Italia e aveva trovato lavoro come domestica. Poi aveva incontrato Christian ed era andata a vivere con lui, la madre e la sorella. Inizialmente tutto filava liscio fino a quando il compagno l’ha costretta a prostituirsi. La donna è terrorizzata e non riesce a dire tutta la verità, soprattutto rispetto a quello che è successo la sera della caduta. La polizia fa alcune ricerche su Christian, finchè una sera Glory lo vede in discoteca e chiama la polizia: l’uomo viene arrestato. Helena deve procedere al riconoscimento ma il collaboratore di Brandini, Rizzato, si rivela essere un complice di Christian e la minaccia. Improvvisamente Helena ricorda che è stato lui ad aggredirla quella notte, ma non dice niente al commissario. Poi ottiene finalmente un lavoro come cameriera in un ristorante.

Glory ottiene da Brandini il permesso di soggiorno e decide di aiutare la sua vecchia amica a fuggire. Per prima cosa Helena si reca da un suo cliente, un ginecologo, costringendolo a farsi dare dei soldi, poi va con Glory a prendere suo figlio. Sulla strada incontrano Christian che nel frattempo è uscito di prigione, ma alla fine riescono a fuggire. Intanto il ginecologo va dalla polizia e racconta che la sera in cui Helena è caduta dal balcone è stato ricattato da un poliziotto che aveva girato un filmato mentre erano a letto. Brandini intuisce che Rizzato ha a che fare con il ricatto e il tentato omicidio di Helena, e fa confrontare alcune impronte. Poi anche il ginecologo riconosce il poliziotto. Helena si fa accompagnare da Sauro al confine ma ad attenderli sulla strada ci sono Christian e Rizzato. L’uomo forza il finto posto di blocco ma viene ferito a una gamba. Helena e Leo scappano, inseguiti da Christian. Lo scontro a fuoco tra Rizzato e Christian viene fermato dal tempestivo intervento di Brandini. Il poliziotto e Christian vengono arrestati, ed Helena e suo figlio tratti finalmente in salvo.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *