Isola dei Famosi, Antonella Elia sogna un figlio e dona metà della vincita ad Amnesty International

By on aprile 15, 2012
antonella elia isola dei famosi 2012

text-align: justify”>antonella elia isola dei famosi 2012Può piacere oppure no, ma una cosa bisogna ammetterla: Antonella Elia è una che si distingue, almeno fra gli altri abitanti del mondo dello spettacolo. Non le manda a dire, è un’idealista, ha coraggio. Certo, a volte esagera con le polemiche ed esagera nel restar ferma sulle sue posizioni. Insomma, non è una campionessa di simpatia. Però sembra abbia un notevole spessore, quello sì. E diciamo “sembra” perché è doveroso conservare almeno un dubbio sulla sua autenticità. Gli scettici, coloro che credono sia soltanto un personaggio costruito, non mancano. E hanno le loro ragioni. In ogni caso, la Elia ha fatto una bella cosa: trionfatrice dell’Isola dei Famosi 2012, ha deciso di donare metà del montepremi – ovvero centomila euro – ad Amnesty International Italia.

La direttrice generale Carlotta Sami si è affrettata a manifestare pubblicamente grande riconoscenza: “Grazie di cuore ad Antonella Elia, che conferma il suo impegno per i diritti umani donando 100.000 euro ad Amnesty International. Un dono destinato a tutte e tutti coloro che, nel mondo, chiedono libertà, dignità e diritti. Aspettiamo Antonella per fare grandi cose insieme”. L’ex valletta dev’essere contenta: non nasconde, infatti, il desiderio di impegnarsi in moto attivo e costante nella difesa dei diritti umani. Nell’attesa che si concretizzi qualche nuovo progetto, dalle pagine del settimanale Gente accetta di parlare – almeno un po’ – della propria vita privata…

antonella-elia

Il mio sogno? – svela Antonella – Un matrimonio in bianco, in chiesa. E vorrei avere una bimba, anche se non sono più giovanissima. Ora ho una relazione platonica con un uomo che ha otto anni meno di me. Si chiama Andrea. Ma spero che questa sia la volta buona”. In effetti, finora non è mai stata particolarmente fortunata in amore. O, perlomeno, non ha incontrato l’anima gemella. E dunque, alla soglia dei cinquant’anni, sogna di diventare madre. Questo, ormai, è un trend inarrestabile. Che piaccia oppure no.  

About Nad

One Comment

  1. giovanni

    maggio 9, 2012 at 21:53

    sei la migliore sono un operaio sposato ma tu nn.accetteresti un operaio seno ti sposerei subito

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *