Italia’s Got Talent 3: Mediaset dovrà pagara i diritti Siae per un plagio

By on aprile 18, 2012
Foto della giuria di Italia's got talent finale del 10 marzo

text-align: justify”>Foto della giuria di Italia's got talent finale del 10 marzoItalia’s got Talent si è concluso trionfalmente anche quest’ anno, con la vittoria di Stefano Scarpa sembravano essersi ormai spenti i riflettori su una delle trasmissione più di successo di questa stagione televisiva. Ma in realtà non è così perché il programma e in particolare Mediaset si ritrovano a dover pagare i diritti SIAE. La colpa è tutta del concorrente Nunzio Quattrocchi che nella puntata di sabato 7 gennaio ha cantato una canzone. A quanto pare questa canzone era tale e quale a quella del trio Frizzi, Comini, Tonazzi, che dopo aver ricevuto numerose segnalazioni da parte dei loro fans hanno voluto indagare per cercare di capirne di più.

La canzone cantata da Nunzio era uguale a Galeotto fu il trollo, contenuta in un album del trio del 1995. Mediaset quindi dovrà pagare i diritti per riproposizione non autorizzata, ma niente di che l’ ammontare della cifra è al massimo di 200 euro. Enrico Tonazzi, ha comunque commentato l’ accaduto: “Siamo contenti per il risultato raggiunto, che conferma quanto i nostri fans ci avevano prontamente segnalato“, confermando che si sono mossi contro Mediaset esclusivamente dopo aver ricevuto numerose segnalazioni da parte dei fans del trio. Enrico ha poi spiegato che hanno cercato di mettersi in contatto con la trasmissione, ma non hanno mai ricevuto risposta:

italia-got-talent-3-finale

È bastato far intervenire un avvocato, dopo aver tentato, invano, di ottenere risposta da Mediaset in maniera privata, per veder riconosciuti i nostri diritti“. I soldi del pagamento alla Siae non arriveranno prima del 2013 ed Enrico in maniera ironica ha spiegato che molto probabilmente verranno spesi per andare a cena. Poi ha aggiunto: “Questa storia insegna che copiare Frizzi, Comini, Tonazzi non solo è impossibile, ma può anche far male“. Il cantante ha poi spiegato di essere rimasto in contatto anche con Nunzio, che ha cantato la loro canzone, tramite Facebook. L’ obiettivo era quello di organizzare un concerto per sfruttare la visibilità televisiva. A quanto pare però non se n’ è fatto più nulla e quindi il trio rimarrà in mano solo con 200 euro.

About Matteo Pagano

Nato a Casarano (Lecce) nel 1990, è il più giovane tra i Redattori. Frequenta nel Salento la Facoltà di Scienze della Comunicazione, si definisce socievole, ironico e simpatico. Non ha peli sulla lingua, non sopporta l'ipocrisia, ama scrivere ed ascoltare musica. La sua passione è esplosa al Liceo quando gestiva un giornalino di classe. Ha collaborato con giornali online di universitari e il suo rapporto con la tv è di amore-odio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *