Le tre rose di Eva: debutta stasera il thriller sentimentale di Canale5. Protagonisti Anna Safroncik e Roberto Farnesi

By on aprile 4, 2012

text-align: center”>Le tre rose di Eva da stasera su canale5

Da stasera, per dodici settimane, il mercoledì di Canale5 racconterà il romanzo popolare diretto a quattro mani da Raffaele Mertes e Vincenzo Verdecchi: Le tre rose di Eva è l’ultima fiction nata in casa MediaVivere, che si inscrive più nella tradizione dello sceneggiato italiano che nel genere della fiction per come l’abbiamo intesa negli ultimi anni. Gli ingredienti sono infatti i classici pilastri del melodramma all’italiana: l’intreccio amoroso tormentato e pieno di ostacoli (i protagonisti sono Anna Safroncik nel ruolo di Aurora Taviani e Roberto Farnesi, in quello di Alessandro Monforte), due casate storicamente nemiche, il mistero di una scomparsa avvenuta anni prima e quello di un delitto per cui la protagonista paga ingiustamente con il carcere. Un thriller sentimentale ambientato sui colli toscani, che mescola intrighi, vendette, drammi amorosi e segreti inconfessabili.

La storia è incentrata sulla vicenda della giovane Aurora, che esce di galera dopo aver scontato otto anni perchè accusata di aver ucciso Luca Monforte, il padre del suo fidanzato Alessandro, per vendicarsi di una presunta relazione che l’uomo avrebbe avuto con sua madre, misteriosamente scomparsa anni prima. Decisa a riabilitare il suo nome e a riprendersi il suo primo amore, Aurora torna nel suo paesino natale in Toscana, Primaluce, dove vivono le due famiglie in perenne conflitto, i Taviani e i Monforte. Alessandro, che nel frattempo si è rifatto una vita accanto ad un’altra donna, nutre ancora rancore nei suoi confronti, ritenendola colpevole della morte del padre, ma Aurora non ha intenzione di arrendersi e proverà a dimostrare a tutti i costi la sua innocenza. Intanto a  complicare ulteriormente la situazione, c’è il mistero della scomparsa di Eva, la madre delle tre sorelle Taviani.

anna-safroncik-e-roberto-farnesi-le-tre-rose-di-eva

Questa lunga serialità girata tra l’Umbria e la Toscana negli ultimi mesi del 2011, vanta un cast di volti acchiappa-pubblico pescati nel mondo della soap e delle ficion italiane: Roberto Farnesi ha girato decine di serie tv, soprattutto in casa Mediaset, da Centovetrine a Carabinieri, a Questa è la mia terra, queste ultime dirette proprio da Raffaele Mertes, mentre Anna Safroncik ha spaziato tra cinema e tv, conquistando la popolarità con Vento di Ponente e Il Commissario Manara 2, ma soprattutto con il ruolo della perfida Anna Baldi in Centovetrine. Sempre dalla soap opera di San Giusto Canavese, ritroveremo anche Luca Capuano, che è in procinto di uscire di scena, Luca Ward, che ne ha fatto parte dal 2002 al 2006, e Sara D’Amario interprete di Viviana Guerra, personaggio laterale della storia. Nel cast tanti altri interpreti italiani: da Barbara de Rossi, nei panni della madre di Aurora, a Kaspar Capparoni, protagonista di Capri 1 e 2, passando per l’ex tronista Francesco Arca, che pare ormai faccia coppia fissa con la Safroncik, e Paola Pitagora, interprete storica di Incantesimo, e recentemente tornata sugli schermi con I cerchi nell’acqua. Un cast ricchissimo per una serialità tutta italiana che ci terrà compagnia per dodici puntate.

L’appuntamento con Le tre Rose di Eva è per stasera alle 21.10 in prima tv assoluta su Canale5.

 

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *