“Nero Wolfe”, quasi 5 mln per il secondo episodio “Champagne per uno”: il riassunto

By on aprile 13, 2012
nero wolfe serie tv rai uno

text-align: center”>nero wolfe serie tv rai uno

Continuano su Rai Uno le avventure del detective Nero Wolfe, protagonista dell’omonima serie tv prodotta da Casanova Multimedia e Rai Fiction e diretta da Riccardo Donne. La seconda puntata andata in onda ieri sera ha confermato gli ascolti della scorsa settimana ottenendo 4.970.000 telespettatori e il 18,3% di share, spazzando via la concorrenza degli altri canali. Basata sul personaggio creato dallo scrittore americano Rex Stout, Nero Wolfe racconta le avventurose indagini dell’investigatore trasferitosi a Roma dopo alcune incomprensioni con il capo dell’FBI. Nel cast della serie troviamo Francesco Pannofino (Nero Wolfe), Pietro Sermonti (Archie Goodwin), Giulia Bevilacqua (Rosa Petrini), Andy Luotto (Nanni Laghi), Marcello Mazzarella (Commissario Graziani), Michele La Ginestra (Spartaco Lanzetta), Roberto Nobile (Colonnello Corsini), Davide Paganini (Maresciallo Bordon). Ecco la trama dell’episodio dal titolo Champagne per uno.

Archie Goodwin accompagna due ragazze ad un ricevimento in casa Grandi, una ricca famiglia romana. Durante la festa vengono fatti gli onori allo scrittore Edoardo Bassi. Proprio in quel momento una delle due amiche, Lucia, lo vede, scoppia a piangere e scappa via. Goodwin la raggiunge e cerca di consolarla, anche perchè è affascinato dalla ragazza. Improvvisamente scambia un gentile invito per una proposta indecente e arrabbiata fugge in bagno. Una volta tornata alla festa beve una coppa di champagne e di fronte a tutti gli invitati muore tra le braccia di Goodwin.

una-scena-di-nero-wolfe

La prima ipotesi è quella del suicidio, anche perchè la ragazza girava con una fiala di cianuro nella borsa. Ma Goodwin è convinto che si tratti di omicidio. In casa Wolfe arriva proprio Bassi, il quale rivela di aver avuto una relazione con Lucia e di averla messa incinta. Per questo motivo l’uomo aveva abbandonato la ragazza lasciandole una piccola somma come contributo per le spese tramite la Fondazione presso la quale si era rifugiata. Lo scrittore è preoccupato che questa storia venga fuori e che la sua reputazione possa essere sporcata. Wolfe gli giura di trovare l’assassino, l’unica cosa che gli importa veramente. Goodwin è molto teso da questa situazione e Wolfe cerca di tranquillizzarlo. Dalle prime conclusioni dell’investigatore si deduce che se Lucia è stata uccisa qualcuno ha dovuto versare il veleno nel bicchiere prima che lei bevesse. Altre informazioni sulla famiglia Grandi vengono date da Lanzetta. Wolfe vuole capire quali possano essere stati i motivi dell’uccisione di Lucia e incarica Goodwin di andare alla ricerca di indizi. L’assistente dell’investigatore interroga la direttrice della Fondazione e scopre che il bambino di Lucia è morto e che lei ne ha sofferto molto.

Poi tenta di carpire qualche altra informazione da Luisa Grandi ma la donna lo detesta e non vuole rispondergli. Wolfe intanto interroga le amiche di Lucia: la ragazza non aveva dei buoni rapporti con la sua famiglia. Dossena intanto minaccia Goodwin affinchè il caso venga archiviato e il nome della famiglia Grandi non venga infangato. Poi si viene a scoprire che la madre di Lucia, Ivana Tanzi, ha lavorato in casa Grandi e che ha conosciuto anche Dossena. La polizia riceve una lettera anonima nella quale Bassi viene indicato come possibile autore dell’omicidio. Lo scrittore prima scappa via e poi, anche se innocente, si costituisce su suggerimento di Wolfe. Goodwin segue Dossena e lo sorprende in un bar con la Tanzi, poi riesce a entrare in possesso di un importante contratto. Wolfe ha finalmente tutti gli indizi per svelare il colpevole. Riunisce tutti in casa Grandi e inscena i momenti della festa precedenti alla morte di Lucia. La ragazza era figlia di Grandi e di Ivana e la moglie Luisa ne era a conoscenza. La donna è colpevole insieme a Dossena, il quale aveva un contratto con la Tanzi nel quale si diceva che a 22 anni compiuti Lucia poteva percepire l’eredità che gli spettava. Ma se le fosse capitato qualcosa era lui a prendere possesso del denaro. I due vengono arrestati e il caso chiuso.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *