Nuovo Tg4: meno schierato e più seguito. Nuova edizione a pranzo?

By on aprile 13, 2012

text-align: center”> Tg4: nuova edizione a pranzo?

C’è fermento nel settore informazione di Mediaset. Si cerca un nuovo stile informativo, meno schierato. I vertici del biscione hanno capito che l’informazione schierata non tira. L’unico programma informativo che riscuoteva successo di pubblico e di critica era il Matrix condotto da Enrico Mentana. Andando via Mentana disse “Sembrava di essere in un comitato elettorale”. I tg schierati, Matrix lontano anni luce da quello di Enrico Mentana e non solo. L’unico programma giornalisticamente affidabile e credibile, Terra, rischia di essere o cancellato o ridimensionato. Ora che Berlusconi non è più a Palazzo Chigi e che la raccolta pubblicitaria sta crollando si cerca un cambio di marcia. Tgcom 24 sta facendo un bel lavoro, ha portato a casa negli ultimi mesi due scoop importanti: la prima intervista ad Umberto Bossi dopo lo scandalo e l’intervista al Comandante Schettino, unica concessa dalla tragedia della nave Concordia. Nel settore cronaca, soprattutto nera, sta convincendo Salvo Sottile su Rete4. Il suo nome era circolato anche per la direzione del Tg4, ma il conduttore di Quarto Grado sbarcherà a Canale 5 da luglio per condurre Stand up e se il programma dovesse andare bene dovrebbe sostituire Alessio Vinci a Matrix. Ma l’attenzione è focalizzata soprattutto sul Tg4.

emilio-fede

Con l’addio di Fede e l’arrivo di Toti arrivano molte novità. La chiusura di Sipario in primis e il benservito alle meteorine. Nel lunedì di Pasquetta è arrivato il debutto alla conduzione di Monica Gasperini nell’edizione delle 18.55, quella condotta da anni da Emilio Fede. Gli ascolti hanno premiato il debutto con l’8,38% e 1.311.000 spettatori, circa 3 punti di share in più rispetto al Tg4 condotta da Fede. La Gasperini condurrà il Tg4 per due settimane per poi lasciare il posto ad un altro volto femminile di Mediaset ancora top secret. Fedele Confalonieri aveva chiesto a Giovanni Toti un telegiornale polifonico. Il nuovo Tg4 appare più equilibrato rispetto a quello di Fede, anche se bisogna dire che non era difficile. La Gasperini legge il telegiornale, non aggiunge nulla. Più che equilibrata, l’informazione è omologata. Una marea di servizi(alcuni veramente inutili) danno un buon ritmo ma è si tratta di un’informazione mordi e fuggi. La all news Tgcom24 distribuisce servizi ai tg di mediaset. Certo c’è la voglia di ricollocare il telegiornale dopo la lunga stagione berlusconiana. Sono cambiati gli ospiti politici e anche che gli opinionisti che si alternano nel commentare i fatti del giorno sono cambiati: Folli, De Bortoli, Battista, Mieli. Ai vertici di mediaset il nuovo telegiornale piace molto e si sta pensando addirittura ad una terza edizione giornaliera da mandare in onda alle 14 o alle 14.30 magari contro il Tg3. E a voi piace il nuovo Tg4?

About Giuseppe Candela

Nato a Nocera Inferiore(Sa) si è laureato in Scienze della Comunicazione con una tesi sulla comunicazione politica dal titolo “Pop o Papi? Vizi privati e pubbliche virtù. L’assenza-essenza dei media”. Si sta specializzando nell’ambito televisivo. Appassionato di calcio, di politica e soprattutto del piccolo schermo, ha collaborato e collabora con tv e giornali locali. Da settembre 2009 è opinionista a “Domenica in L’Arena” su Raiuno. Ha scritto e condotto eventi che hanno avuto risonanza nazionale. Guarda con occhio critico la televisione senza nessun pregiudizio.

One Comment

  1. Luca

    aprile 14, 2012 at 12:38

    La giornalista si chiama Gasparini non Gasperini

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *