Preti ninfomani,hacker professionisti e politici beffeggiati: che anche Le Iene inizino a stancare?

By on aprile 6, 2012

text-align: justify”>le ieneAbbiamo assistito ancora una volta a un nuovo appuntamento delle Iene,seguite in diretta su Lanostratv, costellato da una miriade di servizi, molti dei quali sembrano già visti e prevedibili. Ritorniamo infatti a parlare di preti molestatori che vengono accusati da cittadini sdegnati e increduli davanti alle telecamere, di politici ignoranti e permalosi che vengono provocati da inviati fastidiosi e insistenti e dall’ennesimo caso di ragazze col sogno di diventare famose e vittime del sistema meschino che regola il mondo dello spettacolo. Malgrado la denuncia di situazioni sempre spiacevoli che tendono ad aprire gli occhi a una Società perbenista e cieca, i felini più graffianti e dissacranti della tv italiana sembrano aver perso qualche colpo peccando in una ripetitività estrema di servizi triti e ritriti sui medesimi contenuti. Pensiamo anche alla morte di Giuseppe Uva, curata e approfondita in più di un’occasione con immagini riciclate da servizi precedenti che non aggiunge quasi niente di nuovo alla triste vicenda raccontata al principio. Anche le rubriche ironiche e sarcastiche come quella del Cantante senza pubblico di Angelo Duro non rappresentano più una novità per il pubblico come anche l”ormai usurato Mortacci tua che merita un po’ di riposo.

Ovviamente ci sono eccezioni, primo fra tutti Enrico Lucci, elogiato anche da Aldo Grasso e definito l’unica ragione per guardare Le Iene, che propone ogni volta servizi nuovi e originali conditi dalla sua ironia e dalla sua faccia tosta. Sarà per l’addio a Luca e Paolo o anche per l’irritante via-vai di conduttori latitanti, da Luca Argentero a Claudio Amendola, ma il format può contare solo su pochi punti forti, primo fra tutti Enrico Brignano e i suoi monologhi che ogni puntata riesce ad affrontare in maniera ironica e intelligente problemi di una certa rilevanza sociale ed etica. Che anche Le Iene, da sempre sostenute dal suo pubblico, stiano cominciando a stancare non offrendo più quell’ironia e quell’originalità che li contraddistingueva?

le-iene-baudo-blasi-brignano

La settimana scorsa lo show di Parenti ha conquistato il 12,76% di share con 2.872.000 spettatori, uno dei dati d’ascolto più bassi registrati dalla trasmissione: colpa della concorrenza spietata della Rai con il Giovane Montalbano e L’Isola dei famosi o dei contenuti da revisionare prima che sia troppo tardi per porvi rimedio?

About Mario Manca

Specializzando in Televisione,Cinema e New Media presso Libera Università di Lingua e Comunicazione Iulm di Milano. Ama e segue la televisione da una vita e desidererebbe dare un contributo attivo alla creazione di un modello televisivo teso alla qualità e intelligenza informativa con interventi autoriali mirati. Il suo modello di critica televisiva è Aldo Grasso e Madonna è la sua artista musicale preferita.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *