Roberto Benigni ospite domani da Fazio, ma il nuovo film di Woody Allen non convince

By on aprile 14, 2012

text-align: justify”>benigni e allenMancano sei giorni all’uscita nelle sale cinematografiche di To Rome with love, il nuovo attesissimo lavoro di Woody Allen ambientato nella capitale italiana, che vanta fra gli altri anche la partecipazione di Roberto Benigni. Il premio Oscar per La vita è bella, ritorna ospite da Fabio Fazio dopo sei anni di assenza nella puntata di Che tempo che fa di domani per la promozione del nuovo film di cui è protagonista, promozione iniziata ieri con il comico toscano e il regista Woody Allen al Tg5 intervistati dalla giornalista Cesara Bonamici. Nonostante il grande entusiasmo che accompagna l’uscita della pellicola, la critica sembra non aver particolarmente apprezzato l’opera del regista hollywoodiano sul Bel Paese. “Ogni volta è come fare una dichiarazione d’amore ad alcuni luoghi. Proietto sul grande schermo i miei sentimenti per i posti che contano nella mia vita. Spero di poter fare lo stesso con Roma“, così ha commentato Allen ormai sempre più specializzato nella realizzazione di favole moderne ambientate nelle più belle città europee (pensiamo a Vicky,Cristina Barcelona e all’ultimo Midnight in Paris, campione d’incassi in Italia).

Sembra che il regista abbia optato per un boccaccesco intreccio narrativo costituito da quattro episodi che sembrano non decollare a dovere: Allen che insieme alla moglie giunge a Roma per conoscere il futuro sposo della figlia; Benigni, impiegato ordinario scambiato per un celebre attore; Alec Baldwin nelle vesti di un architetto in villeggiatura con amici e infine Alessandra Mastronardi (che vedremo anche nella nuova fiction di Rai Uno sul Titanic) e Alessandro Tiberi, due giovani innamorati persi nella Caput Mundi. Qualche buona battuta intelligente e arguta ma per il resto niente di che: sembra infatti che il maestro americano non sia riuscito ad armonizzare al meglio il potenziale offertogli dalla città e da un buon cast, cadendo nei soliti cliché e nel macrignoso. Benigni sembra interpretare un personaggio anonimo che non gli appartiene e Roma rimane un misero sfondo, per un gruppo di personaggi in cerca di autore. Riuscirà il film To Rome with love a decollare malgrado la fredda accoglienza della stampa e riuscirà Benigni a riscattare la sua interpretazione e la pellicola con il suo tour promozionale?

allen-tg5

Sicuramente non sarà una valutazione poco lusinghiera da parte di un gruppo dei giornalisti a fermare l’avanzata di Allen, sempre molto apprezzato in Italia. Ora spetta a Benigni promuovere il suo ultimo lavoro al meglio, con quella verve ironica e graffiante, a tratti poetica e purtroppo assente nella sua ultima apprarizione televisiva da Fiorello con l’ultima puntata di #ilpiùgrandespettacolodopoilweekend.

About Mario Manca

Specializzando in Televisione,Cinema e New Media presso Libera Università di Lingua e Comunicazione Iulm di Milano. Ama e segue la televisione da una vita e desidererebbe dare un contributo attivo alla creazione di un modello televisivo teso alla qualità e intelligenza informativa con interventi autoriali mirati. Il suo modello di critica televisiva è Aldo Grasso e Madonna è la sua artista musicale preferita.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *