Sanremo 2013 con Lorella Cuccarini, Geppi Cucciari, Vladimir Luxuria e Virginia Raffaele. Per un Festival senza farfalline

By on aprile 11, 2012

text-align: center”>Cuccarini, Sanremo 2013 per lei?

Fantatelevisione, ma non troppo. A pochi mesi dalla chiusura del sipario sul Festival di Sanremo 2012 condotto per la seconda volta consecutiva da Gianni Morandi, la struttura Rai Intrattenimento guidata da Giancarlo Leone tra poco dovrà iniziare a definire la mappatura del genoma della prossima edizione della kermesse canora, a partire dalla conduzione. Quasi sicuramente il gran cerimoniere dell’anno venturo non sarà Carlo Conti, dal momento che secondo Tv, sorrisi e canzoni l’abbronzato presentatore sarà al timone della versione italica di The Voice, per non parlare dell’impegno quotidiano con il quiz L’eredità.

Esclusa per il momento l’ipotesi di richiamare Paolo Bonolis, per ripetere i gloriosi  fasti del 2005 e del 2009: difficilmente Mediaset concederà il prestito. Quindi in viale Mazzini si punterà sulle risorse interne della rete, che sicuramente non mancano. Per esempio si potrebbe partire da colei che da due anni conduce l’appendice del Festival di Sanremo: come dite, il Dopofestival non si tiene più da anni? In realtà ci riferivamo alla puntata post-sanremese di Domenica in, nella quale i cantanti – per contratto – ripropongono anche se in playback il brano proposto durante la gara.

E Lorella Cuccarini – titolare di quello spazio – torna ad essere la più amata dagli Italiani quando si occupa di ciò che le piace di più, ovvero la musica, mentre risulta difficile per i nostalgici del varietà vederla alle prese con l’infotainment. Lorella ha già co-condotto (ma si usava già allora questa parola?) all’Ariston al fianco di Pippo Baudo nel 1993, prendendovi poi parte come cantante due anni dopo con Un altro amore no. Da presentatrice assoluta della manifestazione farebbe faville – l’ideale sarebbe rispolverare qualche balletto storico – ma sarebbe scortese lasciarla sola come Antonella Clerici nel 2010, così abbiamo pensato a tre ottime spalle, tutte donne.

virginia-raffaele-imita-belen

La prima è Geppi Cucciari, che ha stupito tutti nella serata finale del Festival di Sanremo grazie alla sua straripante simpatia e verve: la comica sarda a furor di popolo era desiderata come conduttrice della prossima edizione della kermesse  – e lei stessa ha fatto sapere che ci andrebbe di corsa nel caso in cui la chiamassero – ma a nostro parere necessita di un contraltare più istituzionale come Lorella. E poi sarebbe strano vederla da sola presentare un Albano con aria cerimoniosa (le case discografiche non sono favorevoli all’ironia sui cantanti in gara, motivo per cui Giancarlo Magalli se n’è sempre tenuto lontano).

Gli ultimi due nomi sono delle piacevoli sorprese della nostra televisione recente: Vladimir Luxuria è la rivelazione dell’ultima edizione dell’Isola dei Famosi, dimostrandosi molto più in palla del conduttore Nicola Savino e non a caso molti telespettatori per l’anno prossimo vorrebbero il veejay in Honduras e l’ex parlamentare in studio. E come ciliegina sulla torta sarebbe ora che all’Ariston debutti Virginia Raffaele: scoperta da Victoria Cabello, le sue imitazioni della criminologa Roberta Bruzzone, della cantante Ornella Vanoni e soprattutto di Belen Rodriguez fanno schiattare dalle risate. Secondo voi un poker del genere sarebbe all’altezza dell’evento?

About Marcello Filograsso

Studia Giornalismo all'Università degli Studi di Bari e ha esperienza come blogger e addetto stampa di un giovane politico della sua città. Il suo primo amore è la televisione, soprattutto per le serie tv americane come le sitcom "Will & Grace", "Modern Family" e "Tutto in famiglia". Ha la passione per il canto - che sfoga solo al karaoke - e segue con molto interesse i talent show come "X Factor", da quest'anno su Sky. Ama leggere quotidiani, settimanali e libri che parlano di televisione. Il suo modello di critico televisivo è Aldo Grasso. Il suo ambizioso sogno è condurre il Festival di Sanremo.

3 Comments

  1. Marco

    aprile 12, 2012 at 20:28

    Ma magari!!!!!!!!!!!!!! Soprattutto il trio Cuccarini-Cucciari-Raffaele!!!

  2. Andrea

    aprile 12, 2012 at 23:50

    Io sarei davvero molto contento nel vedere 4 grandi e straordinarie donne come loro. Credo che sarebbe un Sanremo magnifico e impossibile da imitare in anni futuri. Adoro la Raffaele con quelle sue meravigliose imitazioni. La Luxuria credo che sia una donna coraggiosa e orgogliosa di quello che fa e sono d’accordo quando dicono che si è presentata all’isola dei famosi come una presentatrice fatta e finita capace di coinvolgere il pubblico. Geppi Cucciari farebbe con la Raffaele una coppia spettacolare, poichè lei è una donna solare e piena di divertimento da regalare a tutti noi. E poi che dire della Cuccarini, è una delle conduttrice più brave che la televisione italiana abbia e soprattutto professionale in quello che fa. Agli sgoccioli credo che un Sanremo così darebbe grande soddisfazione a noi italiani che siamo stufi di vedere sempre le stesse cose – Persone finte e senza emozione che si fanno vedere sul palco – NOI ABBIAMO BISOGNO DI RIDERE…………………. E SOPRATTUTTO DI SENTIRE MUSICA NO POLEMICHE SU OGNI SINGOLA COSA CHE VIENE DETTA…..

  3. Alessandro

    aprile 30, 2012 at 02:35

    Lorella è la migliore della tivù, ingiustamente messa in panchina prima da Mediaset e poi dalla Rai. Però io vorrei vedere un “meglio di” Lorella, con un ospite diverso per ogni serata. Per la prima direi Columbro, col quale Lorella dovrebbe anche recitare travestita in una parodia. Poi Lippi e Amadeus, con cui fece una BD, e anche con loro un musical ironico per fare un medley dei suoi tre musical. Poi propongo la Cortellesi con cui farebbe la scenetta delle vecchiette di UdN e poi la Cortellesi animerebbe la serata con altre imitazioni. Poi ancora la Clerici, con cui c’è una bella amicizia (e poi glielo deve visto che è grazie all’invito a Sanremo di Antonella che Lorella è poi tornata in tivù) e per il gran finale ovviamente Pippo Baudo, il re di SanRemo, che la scoprì come ballerina e le fece “co-condurre” Sanremo. Ovviamente nell’ultima puntata Lorella dovrebbe esibirsi con un medley dei suoi balletti rispolverando la grande ballerina che è in lei! Direi che un SanRemo così spaccherebbe!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *