Servizio Pubblico, la diretta della puntata di stasera 26 aprile

By on aprile 26, 2012
Servizio Pubblico di Michele Santoro

text-align: center”>Servizio Pubblico di Michele Santoro

Siete pronti a “Uscire dall’euro?“. Manca davvero poco alla ventunesima puntata di Servizio Pubblico che torna stasera alle 21 e si concentrerà sulla crisi economica e sulla moneta unica dell’eurozona. Uscire dall’Euro può rappresentaree dunque la soluzione? Ne parleranno in studio con Michele Santoro il responsabile economia e lavoro del Partito Democratico Stefano Fassina, l’onorevole Alessandra Mussolini del Popolo della Libertà, il giornalista Federico Rampini, l’economista indipendente Eugenio Benetazzo senza tralasciare i servizi esterni e gli interventi di Marco Travaglio e Vauro in conclusione.

Dunque mettetevi pronti perché Servizio pubblico sta per iniziare e come ogni giovedì noi di LaNostraTv lo seguiremo con voi in diretta. Intanto ecco dove è possibile guardare Servizio Pubblico che si avvale di una multipiattaforma: su SKY (ai canali 100, 500 e 504), su cielotv canale 26 del digitale terrestre, sulla rete di emittenti locali aderenti, in radio su Radio Radicale (dove è possibile intervenire in diretta chiamando lo 06/4880541) e  in streaming sul sito del programma (www.serviziopubblico.it). Dunque, tornate fra poco. Servizio Pubblico sta iniziando…

h 21,05 Inizia Servizio Pubblico con Bella Ciao versione Modena City Ramblers. Santoro inizia il suo editoriale rivolgendosi a Napolitano: “Lei ci insegna che la nostra costituzione non prevede alcuna discriminazione. Perché si deve indignare con quelli come Grillo che contribuiscono a accendere il dibattito politico. Il problema non è Grillo ma i aprtiti che le sono tanto a cuore…” E a Beppe Grillo: “Dovete avere il coraggio di aprirvi, il mondo è bello con tanti colori…”

h 21,15 Servizio su Marine Le Pen nel suo comizio elettorale che si rivolge nei confronti dell’Euro in modo negativo. “Non ascoltate i discorsi fasulli sull’Europa. E’ solo solidarietà tra potenti! Noi non stiamo aiutando i Greci ma stiamo aiutando le banche che aiutano i Greci. Non lasceremo il nostro destino nelle mani dei tecnocrati”. Subito dopo Beppe Grillo: “Le banche sono fallite! In Islanda avevano un presidente della Repubblica vero! Stiamo vendendo la Democrazia per questo ca**o di Spread!” Intanto gli italiani superano lo stress da crisi al centro commerciale…Gli imprenditori invece si suicidano come accaduto a Mario Frasacco…Intervista alla figlia: “Per mio padre venire a lavorare era una gioia!”. Un’imprenditrice scesa in piazza per ricordare Mario Frasacco, suicida a Roma a causa della sua azienda sull’orlo del fallimento: “Dovremmo tutti scendere in piazza e protestare. Questo non è un problema legato solo all’imprenditoria ma riguarda tutti i lavoratori, riguarda i disoccupati. Perché non scendiamo tutti in piazza? “. Stessa sorte per il corniciaio Pasquale Clotilde, indebitatosi con gli usurai a Roma, che si è impiccato per la situazione ormai insostenibile…La crisi è tangibile anche nei marcati, con gli anziani e chi ha perso il lavoro costretto farsi mantenere dai genitori…

h 21,40 Si torna in studio. Santoro presenta gli ospiti: Alessandra Mussolini e Stefano Fassina. Gianni Dragoni interviene su quanto afferma la stampa estera sulla politica di austerità ritenuta “distruttiva” dagli Stati Uniti. “Il debito pubblico sale e continua a salire il tasso di interesse…”Un giornale tedesco paragona addirittura Monti a Pinocchio perché non ha portato a termine il pareggio di bilancio…

h 21,45 Stefano Fassina: “La cosa più inaccettabile è lo stupore di tanti nei confronti di recessione, disoccupazione, chiusura di aziende. Era tutto assolutamente prevedibile e previsto, è una ricetta sbagliata…Bisogna fare scelte diverse da quelle già fatte. Se si danno mazzate pesanti ogni anno è evidente che l’economia va in recessione”.

h 21, 48 Mussolini: “L’aumento della benzina sta distruggendo le famiglie. Io ho votato sempre contro Monti perché non è giusto salassare un popolo perché te lo dice un’Europa dal volto disumano, rappresentata dalla Merkel che appena indossa giacche viola c’è da tremare…”

h 21,52 In collegamento dagli Stati Uniti Federico Rampini: “Il tema dei suicidi ricorda quelli avvenuti anche qui in America nell’epoca della crisi del ’29…Questa seconda fase è una crisi pretatmente europea, fabbricata in Europa e qui il tema del negazionismi è molto importante. Questo è solo il frutto di politiche sbagliate ossia l’austerity imposta dalla Germania”.

h 22,05 Servizio sul comizio di Beppe Grillo contro i sondaggi e i partiti. “Chi me lo fa fare? Non lo so amici, potevo stare nella mia villa e vedere questo paese che va a rotoli…Ci fosse un uomo tra i partiti che ammettesse che ha sbagliato, non c’è un uomo!” Grillo si rifiuta di rispondere alle domande di Bertazzoni…

h 22,15 Si torna in studio. Mussolini: “E’ vero quello che dice Grillo che con l’Euro abbia perso il 30% del potere di acquisto. Quando diciamo sul finanziamento cominciamo a tagliare…”Fassina: “Dobbiamo chiederci perché siamo entrati nell’Euro. L’Euro è un’operazione politica messa in mano alla Destra. In questo 10 anni la politica economica l’ha guidata la Destra, non è l’Euro il problema infatti fatta la moneta non si è andato avanti sul piano politico dunque siamo andati indietro sul lato economico”.

h 22,21: Collegamento con l’economista Eugenio Benetazzo. La sua soluzione alla crisi è il prestito forzoso, cioè l’acquisto dei titoli di Stato da parte dei cittadini.

h 22,30 Collegamento con Rampini: “Quando nacque l’Euro ci fu una fase iniziale in cui un Euro valeva solo 80 cent. di dollaro. Adesso con la crisi profonda l’euro vale 1 dollaro e 30 centesimi e non scende mai sotto questa soglia. Gli USA hanno fatto una politica di svalutazione del dollaro che dovremmo fare anche noi. Uscire dall’euro non è praticabile, dovremmo semmai svalutare la nostra moneta, la BCE ha il potere per farlo”.

h 22,42 In studio la figlia dell’imprenditore che si è suicidato Mario Frasacco, Giorgia. “Siamo sicuri che non si possa fare altro? Questo Governo non ha fatto un taglio alla politica…Con i soldi presi da Lusi quante piccole e medie imprese si potrebbero salvare?”

h 22,51 L’intervento di Marco Travaglio: “Dicono che i partiti sono morti ma dall’appetito che hanno si direbbero vivissimi…”

h 23,05 Servizio sui cantieri del Veneto, fermi da un mese…Intervista agli imprenditori: “Se questo Stato sta in piedi è solo per noi fessi che credevamo in questo Stato e invece siamo stati derubati”.

h 23,19 Mussolini: “Nessuno ha parlato di altri investimento spazzatura…” Fassina risponde: “Fino all’altro ieri hai sostenuto chi ci ha portato nel baratro”. Inizia una diatriba tra i due: “Devi assumerti la responsabilità del fatto che hai portato questo Paese nel baratro”.

h 23,37 Fassina sottolinea che ci sono tanti esempi positivi nella politica. Santoro mette in evidenza che questo può dimostrarlo facendo cose importanti e serie per il paese. “E’ il mio sogno vedere questa politica che si muova” afferma Santoro.

h 23,40 Rampini: “Avete nominato la Germania anche per i suoi aspetti positivi di stato sociale. Ecco cominciamo ad imitare il modello tedesco in questo e non fossilizziamoci solo sulla politica di austerity!”.

h 23,41 La proposta di Benetazzo: “In un momento di crisi straordianria non si può pensare di risolvere il tutto in maniera ordinaria. Per smuovere il stema bancario, propongo il commissariamento delle partecipazioni detenute dalla fondazioni all’interno dei fondi societari  che permetterebbe di controllare 3 grandi banche anche in modo temporaneo per ridare ossigeno”.

h 23,47 Santoro chiede a Fassina: “Ma voi avete soluzioni oppure vi appoggiate a Monti perché non ne avete?”. Fassina: “La soluzione non è più in ambito nazionale ma in ambito europeo. Rampini da New York: “Negli USA le banche hanno ricevuto aiuti dallo Stato però il Congresso ha costretto gli amministratori delle banche a sfilare uno dopo l’altro mettendoli sotto torchio pubblicamente davanti alle tv per capire cosa stessero facendo dei soldi pubblici. Sarebbe utile fare una cosa simile in Italia per capire cosa ne è delle risorse”. Santoro: “Se si facesse quello che dice Rampini in Italia potremmo aspettare anche qualche mese per la questione Rai!”

h 23,57 E’ il momento di Vauro che si cimento sulla questione: “Non è possibile uscire dall’Euro?”.

A giovedì prossimo per una nuova puntata di Servizio Pubblico!

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

One Comment

  1. alfredo

    aprile 26, 2012 at 22:59

    il ministro monti ci ha deluso ancora una volta, fa il forte con i deboli ed il debole con i forti.
    ci assicuro’ che per quanto riguardava le polizze rca, le prime classi di merito, sarebbero rimaste uguali con qualsiasi compagnia oggi scopriamo che non e’ cosi’
    grazie ministro monti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *