Teresa Mannino divaga su Raidue. Promossa

By on

terrybilmente divagante” href=”http://www.lanostratv.it/wp-content/uploads/2012/04/terrybilmente-divagante.jpg”>terrybilmente divagante Il rischio è quella della sovraespozione. D’altronde, il “prodotto” Teresa Mannino, è un tantinello inflazionato. Te la trovi li che rigira hamburger col fidanzato poi giri canale ed è lì che telefona a Raoul Bova. Eppure ieri sera, la Mannino di “Terrybilmente divagante” – nuovo one man show del ciclo proposto da Raidue – aveva una freschezza tutta nuova. Certo, due ore piene di vispa Teresa forse sono un po’ eccessive (nulla a che vedere con il Brignano proposto dalla rete qualche tempo fa), ma la Mannino ha il suo repertorio e, ieri sera, l’ha messo in scena praticamente tutto.

Palermo contro Milano. È questo il filo rosso che inevitabilmente lega tutti gli sketch della comica. Un binomio, quello di Nord contro Sud, che – come abbiamo recentemente visto al cinema – si conferma come un evergreen di successo. D’altronde la Mannino racconta le avventure vissute in prima persona di una siciliana trapiantata nel grigiore delle nebbie. E ce la vedete lei, così solare e radiosa, a cantare “o mia bella madunina?”. Si passano in rassegna le tradizioni, le ricette, gli usi e i costumi delle sue città (in una contrapposizione che a Zelig ha fatto scuola, vedi Franco Neri).

teresa-mannino

Ma la Mannino è anche una donna e una mamma con tutte le difficoltà del caso (tra tutte, e lo abbiamo visto, quella di scegliere il nome del bimbo, in una giungla di nomi esotici). Il difficile rapporto con il mondo maschile ( e tutti i suoi stereotipi) si fa strada battuta dopo battuta (vi viene in mente Geppi Cucciari?) ma anche la vita metropolitana con tutti i suoi spunti e i tic quotidiani. Insomma, a fine serata viene da pensare che la Mannino “ja fa!”. Promossa. D’altronde Terrybilmente divagante è uno spettacolo rodato, in scena da Gennaio, e ora al Teatro Nuovo di Milano.

Dopo la Mannino gli one man show di Raidue proseguono. Il prossimo appuntamento è per martedì 17 con “Aria Precaria” di Ale & Franz e martedì 24 con “Sketch & Soda” di Lillo & Greg. Seguiranno Bertolino e Max Giusti, tanto per non dare l’impressione che l’intero carrozzone di Zelig si sia trasferito in Rai. Ma d’altronde squadra che vince, cambia rete…

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.
Articolo aggiornato il

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *