Tg4: via le meteorine e la Zardo con Sipario. Toti vuole un telegiornale credibile e non più berlusconiano

By on aprile 1, 2012

text-align: center”>Tg4 senza meteorine e Sipario. Proteste della redazione

Dopo l’addio di Fede, consumato cin i tempi e i modi di una telenovela, il Tg4 non è più lo stesso: insieme allo storico direttore sono sparite anche le “meteorine” e la sua pupilla nonchè assidua accompagnatrice Raffaella Zardo, con l’intera rubrica Sipario. Giovanni Toti al timone del nuovo Tg4 ha annunciato da subito “molti cambiamenti” e gli effetti si sono visti: niente ragazze sexy alla rubrica meteo, ma un professionista del settore. E via anche il gossip a fine tg, con la Zardo costretta a fare le valigie. Toti ha voluto dare una virata totale alla testata: “Il tg4 non sarà più un one man show, ma diventerà un telegiornale normale e autorevole attento ai grandi temi d’attualità” – aveva annunciato al momento dell’insediamento. E la vecchia cifra ultraberlusconiana che caratterizzava il tg di Emilio Fede è destinata a sparire, perchè fondamentalmente è una visione che non interessa più a nessuno: “Non vedo perché dovrei rivolgermi al pubblico berlusconiano, se neanche più lo stesso Berlusconi pare rivolgersi al pubblico berlusconiano“.

Il neodirettore ha le idee molto chiare ed è deciso ad imporre la sua cifra stilistica alla nuova versione del Tg: “Io non sono come Mentana che non va a votare. Io voto, ho le mie idee e le esprimerò, ma voglio fare un tg completo e credibile. Non nasconderemo nulla e daremo voce a tutti, d’altronde Confalonieri ha sempre detto che alla base di un’informazione autorevole c’é sempre la polifonia“. Insomma, tira aria di grandi cambiamenti a Cologno Monzese: una rivoluzione che scardinerà inevitabilmente gli equilibri interni alla redazione. Toti ha già annunciato una infornata di volti nuovi alla conduzione che ha messo in agitazione il cdr.

emilio-fede-e-raffaella-zardo

I giornalisti hanno chiesto di poter essere messi al corrente del piano editoriale, per capire cosa ne sarà delle loro professionalità: il comitato di redazione ha emesso una nota abbastanza negativa sul nuovo corso intrapreso dal tg, giudicando “negativamente la decisione del direttore di chiudere da oggi la rubrica di spettacolo Sipario, in onda da 12 anni, con una media di un milione e 200 mila spettatori al giorno (…) Una scelta che mortifica le professionalità interne della testata, con un’unica motivazione: le rubriche, in generale, non sono gradite”. La redazione difende dunque lo spazio di gossip voluto da Fede, chiedendo al nuovo direttore di ripensarci: “Possiamo capire la necessità attuale di eliminare il costo di una conduzione esterna, ma la rubrica, così come avviene in altre realtà, poteva comunque andare in onda con una veste diversa“. Intanto il debutto del nuovo Tg4 è stato positivo in termini d’ascolto: la prima puntata senza Fede ha registrato 2 punti percentuali di share in più rispetto alla media. Sarà solo l’effetto novità o la ritrovata credibilità della testata?

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *