Una Barbora Bobulova appassionante in Helena e Glory, ultimo film-tv della serie Mai per amore su Rai 1

By on aprile 18, 2012
la bobulova saluta alla conferenza stampa

text-align: center”>la bobulova sul set di helena e glory

Fiction e ancora FictionIeri Sera è andata in onda l’ultima puntata della serie Mai per amore, film per la Tv dedicati alla violenza sulle donne. Questo ultimo appuntamento è intitolato Helena e Glory: una storia dei nostri giorni, una storia di prostituzione. Helena è vittima del racket, di cui fa parte il suo ex, e padre di suo figlio, si è dimostrato con il tempo un aguzzino. Helena scappa dal suo ex compagno, scappa da chi la vuole vedere morta, scappa da una vita che non le piace e cerca la libertà per lei e suo figlio. Il personaggio di Helena è interpretato da Barbora Bobulova. Classe ’74, di origine slovacca, lavora in Italia per la prima volta nel 1996 affianco a Valerio Mastandrea, nel film per la Tv Infiltrato. Da quel momento in poi le sue partecipazioni sia in fiction che film sono numerose, anche se la consacrazione da parte del pubblico e della critica arriva nel 2004 quando recita in La spettatrice di Paolo Franchi e Cuore Sacro diretto da Ferzan Ozpetek. Grazie a queste pellicole la Bobulova verrà premiata con il David di Donatello e il Ciak d’oro come miglior attrice. Insomma Barbora nel giro di un decennio ha dimostrato la sua bravura e versatilità d’attrice. In Helena e Glory, la Bobulova interpreta una donna spaventata, imprigionata in una vita che non avrebbe mai pensato di vivere, obbligata dal compagno a prostituirsi e dallo stesso ricattata e maltrattata.

barbara-bobulova-helena-e-glory-rai-1

La protagonista subisce uno stupro e un tentato omicidio dall’uomo che si rileverà essere uno dei commissari di polizia che indagano sul caso, in quanto Helena cade dal terrazzino del Motel dove si trovava. Helena impaurita inzia piano piano a fidarsi delle persone che la circondano: Glory, il commissario che prende a cuore il suo caso e l’assistente sociale che le offre aiuto. La donna si  fa forza, prende coraggio, si riprende suo figlio e lotta contro l’ex compagno. Il finale è positivo nei suoi confronti, ma la storia, grazie alla sapiente regia di Marco Pontecorvo e una sceneggiatura ben scritta, non è trattata con banalità e superficialità, anzi.

La Bobulova mette a disposizione della fiction tutta la sua bravura, che ci mostra negli sguardi prima impauriti davanti ai suoi ricattatori e poi d’amore e affetto nei confronti del figlio. Barbora dà vita ad un’Helena a cui lo spettatore si affeziona con il passare delle scene e di questi tempi è una cosa rara. Il ritmo del film-tv aiuta ed è appasionante, molti i flash back che riguardano la sera del tentato omicidio vengono rivissuti a pieno dagli sguardi profondi dell’attrice. Da menzionare anche Vanni Bramati, nel ruolo dell’ex compagno senza scrupoli, intenso e convincente.

Insomma Helena e Glory, oltre a trattare il tema della prostituzione in maniera ottimale ed essere un bel modo per far capire al meglio questo mondo al telespettatore, ci ha mostrato finalmente una storia scritta bene e interpretata magistralmente.

About Nicola Zamperetti

Nato a Valdagno (VI) nel 1978, da un decennio lavora nel mondo dello spettacolo come performer teatrale e attore. Ha partecipato a molti programmi come "Sarabanda" "Domenica In" "Carramba che fortuna"... Scopre l'amore per il teatro, soprattutto per i Musical (Grease,Il Ritratto di Dorian Gray e A Chorus line) e per le Fiction (La Ladra, Il Peccato e la Vergogna e Donna detective). E' cresciuto guardando la tv e si definisce figlio del tubo catodico. Promette di essere ironico, tagliente e cinico nei suoi Articoli.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *