A Domenica In-L’Arena si parla di mafia: storia di Falcone Borsellino e Dalla Chiesa

By on maggio 13, 2012
Foto Giovanni Falcone e Paolo Borsellino

text-align: center”>Foto Giovanni Falcone e Paolo Borsellino

Massimo Giletti nella puntata di oggi ha reso omaggio a tre grandi figure della storia italiana, riaccendendo in tutti noi la voglia di non dimenticare. Persone come Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e Carlo Alberto Dalla Chiesa meritano, sempre e comunque, di essere ricordate. Anche se ormai sono passati diversi anni, le rispettive famiglie continuano a combattere per non render vana la morte dei propri cari. Purtroppo, per quanto possano cercare di andare avanti, i figli e le mogli di questi grandi uomini non riescono a cancellare in nessun modo il dolore e la paura di quei giorni. La loro vita è stata segnata indelebilmente perché il contatto diretto con la mafia li ha cambiati;probabilmente, alcuni non guarderanno mai più al futuro con occhi positivi, ma sono convinti del fatto che qualcuno, forse, lo farà al loro posto. Pertanto, è bene che esperienze simili non finiscano nel dimenticatoio perché anche le nuove generazioni hanno bisogno di sapere come agisce e come ha agito in passato la mafia.

foto-massimo-giletti

Ospiti della prima parte di Domenica In-L’Arena sono stati Rita Dalla Chiesa, figlia del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, l’ex ministro di Grazia e Giustizia Claudio Martelli, l’inviato del Corriere della Sera Felice Cavallaro, il magistrato Roberto Piscitello e il Procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso, in collegamento da Palermo. Durante la puntata sono stati trasmessi vari filmati che ripercorrevano la tragica vicenda di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Certo, molti di quei video sono famosissimi ma, ugualmente, non sono passati indifferenti a nessuno degli ospiti in studio. Ognuno si è sentito in dovere di esprimere la propria opinione e soprattutto di mostrare il forte dissenso nei confronti dell’argomento ‘mafia’. Dal dibattito è emerso che, nonostante le numerose indagini, si sa veramente poco su come andarono ufficilamente i fatti; sembra quasi che si voglia nascondere qualcosa che, purtroppo, potrebbe essere illuminante per molte persone. La stessa Rita Dalla Chiesa, sul punto di scoppiare in lacrime, ha affermato che, ancora oggi, non ha saputo alcuni particolari e alcuni nomi legati all’uccisione del padre; nonostante siano passati 30 anni non è cambiato nulla e alcuni punti della vicenda restano ancora oscuri. Sarà mica colpa della giustizia italiana?

About Martina Morlè

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *