Amici 11, è uscito oggi il primo Ep di Gerardo Pulli: la nuova meteora della discografia italiana?

By on maggio 22, 2012
Gerardo Pulli album foto

text-align: center”>Gerardo Pulli album foto

E’ uscito oggi, ma forse avremmo potuto farne tranquillamente a meno. Gerardo Pulli ha pubblicato il primo Ep che porta il suo nome, attualmente in ottava posizione tra gli album più venduti su Itunes: per chi ancora non lo conoscesse, e sono davvero in tanti vista l’onnipresente incombenza della gara dei Big, Pulli è il diciannovenne vincitore dell’undicesima edizione di Amici, nuovo idolo di quelle ragazzine che lo hanno televotato senza sosta. “Ha vinto quello senza voce“, aveva ironizzato Gerardo una volta stretto l’ambito trofeo tra le mani: effettivamente, c’è ben poco da scherzare. E’ vero che, spesso, il successo e la bravura esulano dall’estensione vocale (Valerio Scanu ha un’estensione vocale pazzesca ma è più freddo di un iceberg nell’Atlantico), è vero che le emozioni sono strettamente soggettive e personali, ma è pur vero che per fare il cantante devi saper fare il cantante. E se non tutti possono permettersi un’estensione da Freddy Mercury, quanto meno sarebbe auspicabile riuscire a portare a casa un’esibizione sufficiente, sopperendo (e non sostituendo) alla mancanza vocale con l’interpretazione. Bene, Gerardo Pulli canta ed ha pure fatto un  disco. La tracklist comprende Svegliami ad aprileL’altra parte del cieloSeiE’ sabatoHo mal di pancia, Io sono ai Tropici Scacco matto: molti di questi pezzi, che -e questo gli va ampiamente riconosciutoscrive da sé, erano già stati presentati nel corso del serale di Amici, tra un’eliminazione dei Big e una coreografia di Belen Rodriguez. Non abbiamo ancora capito quale sia effettivamente il singolo di lancio dell’album, e perciò sarà difficile pensare che possa trovare l’appoggio -difficilissimo ed imprescindibile- delle radio nazionali.

Non ero e non sono contro nessuno, mi sono sempre fatto gli affari miei e non ho vissuto l’ultimo confronto con Ottavio e Carlo come una sfida ma come una possibilità di cantare. Ero solo molto emozionato e per niente nervoso. E’ stato bellissimo cantare Chiamami ancora amore di Vecchioni, sono parole bellissime” ha dichiarato oggi l’ex allievo di Mara Maionchi, intervistato da Tgcom 24.  “Perché ho voluto partecipare ad Amici? La crisi ha colpito un sacco di settori. Anche a Torino è difficile riuscire a suonare in un locale. Così ho deciso di partecipare al programma anziché starmene a suonare la chitarra in camera mia. Ai miei genitori non ho detto nulla per non farli preoccupare, infatti mi hanno visto in tv alla prima puntata. Sono andato a Roma con la chitarra, magari qualcosa sospettavano“.

Sui ripetuti scontri con Grazia Di Michele, la nuova paladina del “bel canto”, afferma: “C’erano delle cose che diceva a livello musicale che non concepivo. Per far musica non è necessario avere la voce, un esempio su tutti Vasco Rossi o anche De André. Anzi sono convinto che Fabrizio De André – che è poesia pura – se nascesse oggi non avrebbe il successo che ha avuto. In passato ero molto critico e presuntuoso nei confronti della televisione. So di non avere un carattere facile. Dopo l’esperienza di Amici ho capito molte cose e non è vero che la tv è solo negatività. Amici trasmette valori sociali importanti: se vuoi una cosa e la desideri veramente, la ottieni“. Sul suo tormentato rapporto con Valeria Romitelli, anche lei concorrente di Amici, dichiara: “Sono fatto male, lo so. Nella casetta eravamo sotto stress, la pressione psicologica intorno era notevole. Se ho un problema mio, personale, lo riverso su coloro che mi stanno vicino. E’ successo che discutessi con mia madre e nel caso diAmici ho avuto degli scontri duri con Valeria, anche se lei non c’entrava nulla“.

Naturalmente, monitoreremo con attenzione il suo percorso musicale e, inevitabilmente, il riscontro discografico del primo progetto di Gerardo: l’impressione che, insieme a tutti i suoi colleghi di quest’anno, questo difficile “viaggio” possa configurarsi come l’ennesima meteora della discografia italiana, è comunque legittima.

About Matteo

Nato e residente in provincia di Lecce, è il più giovane tra i Redattori de LaNostraTv.it. Frequenta il Liceo Linguistico e adora il calcio (ma solo quello in Tv), la lettura (in particolare la saga di 'Harry Potter' e la magica penna di J.K. Rowling), il mondo dell'Interior Design, la Filosofia, la musica e naturalmente la televisione . La passione per la scrittura e per il giornalismo ha sempre accompagnato il suo percorso scolastico e non. Per il futuro ha molti sogni e parecchie ambizioni, ma anche tanta confusione.

3 Comments

  1. Simona

    maggio 23, 2012 at 00:49

    De Andrè secondo Pulli non aveva voce?!ma il timbro di Faber l’ha mai ascoltato?!non facciamo paragoni blasfemi!!!

  2. francesco giannetti

    maggio 23, 2012 at 09:13

    ahahahahahaha vi sembra che doveva vincere uno sfiatato oppure la Maionchi????
    che schifo: tra i big sono usciti valerio scanu e karima!

  3. lalla

    maggio 23, 2012 at 13:33

    Valerio Scanu piu’ freddo di un iceberg??? Ma ci sei o ci fai caro Di Matteo?? Valerio e’ l’unico con grande talento voce stupenda , calda, colorata, l’unica voce che emoziona, poi ci sono le pompate senza voce che steccano alla grande ma che fanno parlare di loro per le finte storie amorose e i finti fidanzati (vedi Luca che ma che caso lavora per la Sony………) CHE SKIFO UN PROGRAMMA PREPARATO A TAVOLINO PER DARE ALL’AMOROSO LA VITTORIETTA DEL SANREMINO PIU’ VENDUTO E INCIUCIATO, UN VERO SKIFO E NON CI SONO ALTRE PAROLE DA AGGIUNGERE.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *