Amici: Marco Carta evasore fiscale?

By on maggio 18, 2012

text-align: justify”>marco carta fotoSi sta alzando un polverone. Un polverone che coinvolge anche Marco Carta. Mentre lui è alle prese con le competizioni canore sul palco di Amici, infatti, la Guardia di Finanza lo tiene d’occhio attentamente. Il ragazzo è infatti protagonista di approfonditi accertamenti insieme ad altri 24 vip sardi per una presunta vicenda di evasione fiscale. Ancora non c’è nulla di certo, questo sia chiaro. Secondo le ultime indiscrezioni, però, le Fiamma Gialle hanno trovato le prove relative a ben due milioni di euro sottratti illecitamente alle casse del Fisco; si parla inoltre di un milione e duecentomila euro di Iva e Irap non versati e questa cifra pare destinata a crescere in modo esponenziale.

Oltre a Marco, quali sono i personaggi finiti nel mirino della Gdf? La lista è top secret, però qualche nome circola ugualmente: ci sarebbero due oculisti, un fisiatra, due cardiologi, tre ingegneri edili, nove avvocati, tre commercialisti, il centravanti del Cagliari Joaquin Larrivey, due oculisti (Maurizio Fossarello e Sergio Solarino), un notaio, un consulente del lavoro e il giocatore di poker professionista Filippo Candio. Tutti sardi o residenti in Sardegna. L’indagine è stata avviata in seguito a segnalazioni telefoniche che allertavano circa la mancata emissione di fatture da parte di noti professionisti isolani e tenori di vita ben al di sopra le dichiarazioni dei redditi.

foto-marco-carta

La solita storia, insomma. Non è ancora chiaro, però, perché il dito sia puntato anche contro Marco Carta. Lui si sta mostrando abbastanza tranquillo, soltanto un po’ infastidito: “Scusate – ha scritto ieri, 18 maggio, sulla sua pagina facebook ufficiale – ma ogni tanto vi vuole… Quante balle!… Addirittura nei guai… Mmm… Vedremo!… 🙂 Ragazzi tranquilli! Forse c’è troppa crisi e non sanno più che dire certe persone!”. Quest’ultimo passaggio non è molto chiaro: cosa voleva dire Marco? E, soprattutto, come andrà a finire?

About Nad

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *