Anticipazioni “L’olimpiade nascosta”: questa sera la prima puntata

By on maggio 27, 2012
foto fiction rai l'olimpiade nascosta

text-align: center”>foto fiction rai l'olimpiade nascosta

Un uomo e una donna sullo sfondo della Seconda Guerra mondiale. Una storia d’amore, la loro, che si intreccia con i drammi vissuti all’interno di un campo di concentramento nazista dove di nascosto i prigionieri organizzano dei personalissimi Giochi Olimpici. A ricordo di ciò che accadde davvero nel 1940 e nel 1944 nei campi di prigionia di Langwasser e Woldenberg, tra la Germania e la Polonia, in cui trovano la morte donne e uomini di tutte le nazionalità. E così, proprio in quegli anni, per sfuggire alla completa distruzione di corpo e mente, furono realizzate clandestinamente quelle XII e XIII Olimpiadi, ufficialmente mai disputate a causa del conflitto. Tutto questo viene raccontato nella miniserie in due puntate L’olimpiade nascosta, diretta da Alfredo Peyretti in onda stasera e domani 27 e 28 maggio alle 21,10 su Rai Uno. Prodotta da Rai Fiction e Casanova Multimedia (che presto lancerà anche una fiction su Adriano Olivetti), il film tv ha nel cast Cristiana Capotondi (Kasia), Alessandro Roja (Mario), Gary Lewis (Alex), Andrea Bosca (Vittorio) e Johannes Brandrup (Lang). Il regista ha spiegato che Theresienstadt è stata la location ideale per girare la fiction, una fortezza a forma di stella costruita nel 1780 dall’imperatore d’Austria Giuseppe II poi ridotto a campo di sterminio dai nazisti. Questa, ha aggiunto, è una storia che riguarda persone differenti, eppure unite da un unico e a volte drammatico destino. La loro unica speranza è lo sport.

Ecco qualche anticipazione su quello che vedremo nella prima puntata:

una-scena-de-l-olimpiade-nascosta

Siamo nella primavera del 1944. L’invincibile esercito tedesco sta subendo diversi attacchi e comincia a mostrare segni di cedimento. Su un camion nazista due prigionieri, Mario e Vittorio – opportunista e spaccone il primo, timido e impacciato il secondo – stanno per essere deportati in un campo di prigionia. Nello stesso tempo un altro camion è colmo di ebrei. Una donna disperata decide di lanciare in strada suo figlio Joel, con la speranza che possa sopravvivere in qualche modo. Il lavori al campo è duro e proprio una mattina Mario trova il piccolo e lo porta in una casa lì vicino. Ad aprirgli Kasia, una ragazza polacca. Da questo momento l’uomo comincia a cambiare e a interessarsi sempre più del bambino e della donna. Intanto, grazie all’aiuto di Alex, un ufficiale inglese dall’animo umano, cominciano a organizzarsi le Olimpiadi al campo. Mario scopre che Eric sta abusando di Kasia e nella foga della lotta che ne consegue lo uccide. Mentre le Olimpiadi vengono improvvisamente scoperte dai militari c’è il rischio che venga ritrovato il corpo del prigioniero nascosto dai nostri protagonisti nel giardino. Intanto, però, un soldato trova Joel e chiede alla ragazza chi sia quel bambino…

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *