Anticipazioni “L’olimpiade nascosta”: stasera la seconda e ultima puntata

By on
foto fiction l'olimpiade nascosta

text-align: center”>foto fiction l'olimpiade nascosta

Non perdete questa sera l’appuntamento con la seconda ed ultima parte della fiction L’olimpiade nascosta, diretta da Alfredo Peyretti e prodotta da Rai Fiction e Casanova Multimedia, che nella sua prima puntata ha raccolto oltre 4 milioni di telespettatori. Nel cast della miniserie Cristiana Capotondi (Kasia), Alessandro Roja (Mario), Gary Lewis (Alex), Andrea Bosca (Vittorio) e Johannes Brandrup (Lang). Nella primavera del 1944, quando l’impero tedesco sta per crollare sotto i colpi dell’esercito americano, francese e inglese, i prigionieri Mario e Vittorio vengono portati in un campo di prigionia. I due, opposti caratterialmente, fanno subito i conti con la dura realtà in cui sono stati catapultati. Mario, egoista e opportunista, trova il piccolo Joel, abbandonato da sua madre deportata assieme ad altri ebrei su un camion tedesco. Seppur con grandi difficoltà iniziali, il bambino viene accolto da Kasia, una ragazza polacca a cui Mario chiede aiuto. Tra i due comincia a nascere un’intesa, proprio mentre all’interno del campo il coraggioso ufficiale inglese Alex coinvolge i prigionieri a organizzare le Olimpiadi di nascosto dai tedeschi. Per Mario l’incontro con Kasia e Joel rappresenta la svolta radicale alla sua vita che viene messa a repentaglio a causa della punizione inflitta dai soldati dopo un tentativo di fuga dal campo da parte di alcuni prigionieri. Mario si salva ma è costretto a uccidere l’ex fidanzato di Kasia che aggredisce la ragazza. I tedeschi non riescono a trovare il suo corpo ma trovano il piccolo Joel e chiedono spiegazioni alla donna. Intanto anche le Olimpiadi sono state scoperte

Ecco qualche anticipazione su quello che vedremo nell’ultima parte in onda stasera alle 21,10 su Rai Uno (qui invece il riassunto completo della prima parte).

una-scena-de-l-olimpiade-nascosta

Scoperti, i prigionieri vengono pestati a sangue. A Kasia viene sottratto Joel, e a nulla servono i ricatti a cui decide di cedere per riaverlo. Decide quindi di consegnarsi alla Gestapo per salvare il bambino, destinato a morire in un campo di sterminio insieme agli altri ebrei. La decisione della donna viene malamente accolta da Mario, che ha paura di perderla. Intanto il comandante Weber decide di far proseguire le Olimpiadi facendo partecipare anche la squadra tedesca. Per lui sarebbe un regalo a Hitler. I prigionieri però sono divisi: da una parte c’è chi la vede come un’opportunità, dall’altra c’è chi si mostra contrario a gareggiare con i propri aguzzini. La Resistenza è convinta che possa essere la distrazione giusta per salvare i reclusi dal campo di sterminio. Non si salva invece Alex che è vittima della punizione dopo la fuga di un uomo dal campo. Poi cominciano le Olimpiadi, mentre la Resistenza mette in salvo parecchi prigionieri. L’ultima gara è un incontro di pugilato, a cui partecipa lo stesso Weber. E’ Mario a sostituire il pugile russo, vincendo infatti salverebbe la vita di Kasia e Joel. Più resisterà sul ring, più prigionieri verranno tratti in salvo…

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.
Articolo aggiornato il

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *