Belen Rodriguez non può nulla contro Una grande famiglia: scopriamo i motivi di questo successo

By on maggio 1, 2012

text-align: justify”>

Se lo avessero programmato prima, probabilmente avrebbe fatto un botto ancora più sonoro, ma meglio tardi che mai: Una grande famiglia si conferma con l’ascolto di ieri – 6.800.000 telespettatori e il 26.13 per cento di share – la fiction del momento su un’ammiraglia Rai (a cui andrebbero però tolti i gradi per il deludente esito della miniserie sul Titanic). Sull’altra sponda televisiva andava in onda il consueto appuntamento di Scherzi a parte – Varietà con Luca e Paolo: le due ex Iene si sono fermate a 4 milioni con uno share intorno al 17 per cento. Un risultato certamente non da buttare, ma inferiore ai fasti del programma che adesso è diventato un’altra cosa. Tutto questo nonostante anche Scherzi a parte abbia decisivo di cavalcare l’onda mediatica della Beleneide.

La prima ballerina di Amici Belen Rodriguez– anche se non è ballerina – era ospite del varietà di Canale 5 ed evidentemente al Biscione si aspettavano tutt’altro risultato, visto che anche lo stato maggiore dei mass media italiani si è arenato sulla sua liason con il giovane collega Stefano De Martino, ex di Emma Marrone (quest’ultima può consolarsi con il personaggio di Giorgiamaura interpretato da Virginia Raffaele a Quelli che il calcio, una ragazza che ricorda parecchio la salentina). Invece i telespettatori ieri sera hanno preferito – giustamente aggiungeremmo – seguire le più appassionanti vicende della famiglia Rengoni, i quali da questa ultima puntata rischiano di perdere anche la casa. Ma perchè Una grande famiglia piace così tanto?

Probabilmente in questa miniserie in 6 puntate diretta da Riccardo Milani ogni telespettatore può sentirsi un protagonista sulla scena: la famiglia è l’istituzione universale per eccellenza e se sorgono delle problematiche così di rilievo meglio ancora: molti l’hanno ribattezzato la versione drammatica di Tutti pazzi per amore. E ad entrambe le produzioni infatti è comune lo sceneggiatore Ivan Cotroneo.

stefania-rocca-una-grande-famiglia

Una fiction godibile alla quale è davvero difficile non affezionarsi, anche se qualche critica andrebbe fatta per la caratterizzazione del personaggio di Eleonora (Stefania Sandrelli), che per la sua poca simpatia nei confronti della nuora Chiara (Stefania) si potrebbe considerare una maschera fissa, priva di una sua evoluzione. E una maggiore fantasia sulla scelta delle musiche si poteva avere: non è possibile che Chiara e il cognato Raoul (Giorgio Marchesi) si bacino e si accoppino biblicamente tre volte in due puntate sempre sulle note della loro Without you di Mariah Carey: per la cantante americana “Ken Li” – così si chiama la canzone involontariamente storpiata da una concorrente ad un talent show bulgaro con assoluti esiti comici – è stato sicuramente meno crudele.

About Marcello Filograsso

Studia Giornalismo all'Università degli Studi di Bari e ha esperienza come blogger e addetto stampa di un giovane politico della sua città. Il suo primo amore è la televisione, soprattutto per le serie tv americane come le sitcom "Will & Grace", "Modern Family" e "Tutto in famiglia". Ha la passione per il canto - che sfoga solo al karaoke - e segue con molto interesse i talent show come "X Factor", da quest'anno su Sky. Ama leggere quotidiani, settimanali e libri che parlano di televisione. Il suo modello di critico televisivo è Aldo Grasso. Il suo ambizioso sogno è condurre il Festival di Sanremo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *