David di Donatello e il trionfo dei Taviani: in onda stanotte su Rai Uno

By on maggio 4, 2012

text-align: justify”>david di donatelloE’ ancora in corso su Rai Movie la diretta della cinquantaseiesima edizione del David di Donatello condotto da Tullio Solenghi che verrà riproposta stasera alle 23.20 su Rai Uno, al termine di Tale e Quale Show condotto da Carlo Conti. L’edizione di quest’anno ha visto il trionfo dei fratelli Taviani che con il loro ultimo lavoro Cesare deve morire si sono aggiudicati il premio come Miglior film e Miglior regista. Il film ha avuto la meglio su altri importanti pellicole come Habemus Papam di Nanni Moretti o Romanzo di una strage di Marco Tullio Giordana confermando la maestria dei due registi vincitori. Cesare deve morire ha vinto anche il premio come Miglior produttore a Grazia Volpi mentre Francesco Bruni si è aggiudicato il premio come Miglior regista esordiente per il film Scialla!. La Migliore sceneggiatura invece spetta a This must be the place con Sean Penn di Sorrentino che si aggiudica altre quattro statuette come Miglior fotografia, Miglior musicista, Miglior canzone originale e Miglior trucco.

 Curiosa è stata l’assegnazione dei premi ai miglior attori che sono andati entrambi a due attori stranieri: la cinese Zhao Tao per Io sono Li di Daniele Segre e il francese Michel Piccoli per il film Habemus Papam. Pierfrancesco Favino e Michela Cescon hanno invece vinto i David come miglior attori non protagonisti per Romanzo di una strage. 

david-di-donatello-fratelli-taviani

Niente da fare invece per Ferzan Ozpetek rimasto a bocca asciutta con il suo Magnifica Presenza. Come mai però il premio cinematografico italiano più famoso debba accontentarsi della messa in onda in seconda serata su Rai Uno anziché un riconoscimento di prestigio in prime time come negli anni scorsi? Sicuramente l’Italia non riconosce il valore delle proprie manifestazioni che sembrano subìre anch’esse il peso dell’auditel. Quando finirà?

About Mario Manca

Specializzando in Televisione,Cinema e New Media presso Libera Università di Lingua e Comunicazione Iulm di Milano. Ama e segue la televisione da una vita e desidererebbe dare un contributo attivo alla creazione di un modello televisivo teso alla qualità e intelligenza informativa con interventi autoriali mirati. Il suo modello di critica televisiva è Aldo Grasso e Madonna è la sua artista musicale preferita.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *