Eurovision 2012, Nina Zilli solo nona: “Non vinco mai”

By on maggio 27, 2012
Nina Zilli all'Eurovision

text-align: center”>Nina Zilli all'Eurovision

La versione 2012 dell’Eurovision si è conclusa con un nulla di fatto per l’italia. Il “Sanremo d’ Europa”, la kermesse canora più importante del continente, si è tenuta quest’anno vicino agli estremi confini europei: location è stata Baku, capitale dell’Azerbaijan, piccolo stato  a sud della Russia.

L’Eurovision 2012 è stato vinto dalla svedese Loreen. Proprio in Svezia si terrà l’anno prossimo l’Eurovisione. La formula della manifestazione, infatti, prevede che la nazione vincitrice ospiti l’edizione dell’anno successivo. Nina Zilli, cantante che ha rappresentato il Bel Paese, è arrivata solo nona. E pensare che era data per favorita alla vigilia. Evidentemente, non ha entusiasmato la sua “L’amore è femmina”, presentata nella versione inglese “Out of Love”, interamente scritta e (ovviamente) interpretata da lei.

Nina Zilli ha fatto il callo per la non-vittoria. Spesso, però, è arrivata a un pelo dal primo posto, come a Sanremo 2010: per lei solo il terzo posto nella sezione giovani. Anche l’Italia in generale è avvezza ai ‘per un pelo’ all’Eurovision: Raphael Gulazzi, vincitore di Sanremo Giovani del 2011, era arrivato secondo lo scorso anno.

Nina Zilli

A giudicare dalle dichiarazioni, Nina Zilli è delusissima dal risultato. Ecco come ha commentato la sua nona posizione: “Come sempre non vinco mai, sono troppo r’n’r. Grazie a tutti”. Parole macchiate di commiserazione, ma è comprensibile. Il valore della cantante, comunque, non si può mettere in discussione.

Come non si può mettere in discussione la sua simpatia e la sua personalità. Artista poliedrica e in grado di tenere benissimo il palco, si è resa protagonista di un ottima ‘tenuta’ anche in una situazione certamente imbarazzante come lo scherzo che gli hanno rifilato a Scherzi a parte (clicca qui per saperne un po’ di più).

About Giuseppe Briganti

One Comment

  1. ADRIANO

    maggio 28, 2012 at 08:39

    Nina Zilli è stata grande all’Eurofestival 2012: decisa, professionale, stilosa, chic-cosa, da James BOND, stra-‘bona’… chi parla di Amy WINEHOUSE per un acconciatura che già MINA portava a fine anni ’50-inizio ’60 o fosse pure per qualche arrangiamento ‘black-soul’ non ha capito nulla… giustamente NINA HA DICHIARATI IN UNA VIDEO INTERVISTA ALLA STAMPA che NINA ZILLI E AMY WINEHOUSE sono le ultime sbarbate arrivate tra le donne soul… e che il successo di AMY, venuta sul mercato internazionale dopo NINA, ha solo creato un riflettore sulla musica che piace a NINA… STOP. TUTTI QUANTI POTETE RI-VEDERE LA PERFORMANCE DI NINA E GIUDICARE QUESTA ARTISTA DELLA QUALE NOI ITALIANI POSSIAMO ESSERE SOLO ORGOGLIOSI PER COME CI HA RAPPRESENTATO AL DI LA’ DEL ‘BARACCONE-CIRCO’ DELLA VOTAZIONE ‘PER VICINANZA NON SOLO GEOGRAFICA MA DI AREA O MODI’ CHE SI E’ VISTA DURANTE LA FINALE … TRA LA LOREEN-KATE BUSH VINCITRICE E NINA ZILLI O ALTRI ARTISTI NON CI STANNO CERTO COME DAI 372 PUNTI DELLA SVEDESE-MAROCCHINA AI 101 DI NINA-ITALIA…. UNA VOTAZIONE TUTTA DA RIVEDERE E INATTENDIBILE… DISCUTIBILISSIMA… INVITO TUTTI A PROTESTARE O FAR PRESENTE QUESTO FATTO IN NOME DEL RISPETTO PER IL LAVORO DI UNO O MOLTI ARTISTI CON TALENTO, VALORE E BUONE CANZONI… MAGARI ANCHE RITIRANDO L’ITALIA DALLA PROSSIMA PARTECIPAZIONE ALL’EUROFESTIVAL…. NINA NON E’ DELUSA, NON E’ COMPETITIVA DI CARATTERE MA CERTO OGNI ARTISTA, ANCHE NINA ZILLI, E’ GIUSTO CHE CI TENGANO AL PROPRIO LAVORO E A VEDERLO RICONOSCIUTO, SPECIE QUANDO, COME NINA ZILLI, LO SI PRENDE SUL SERIO, ANCHE COME RAPPRESENTANTE DEL PROPRIO PAESE IN EUROPA….. BRAVA NINA, STREPITOSA…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *