Formula 1, Gp di Spagna: Hamilton penalizzato parte ultimo. Bene la Ferrari di Alonso. Rivelazione Maldonado, mezzosangue italiano.

By on maggio 13, 2012

text-align: justify”>alonso gp di spagnaL’asfalto fuma bollente, lo sguardo si fa appannato, l’aria calda intorno sfoca il paesaggio. Quello che si vede viaggia a centinaia di km orari e la pupilla non può metterlo a fuoco. Quello che si sente è solo un gran frastuono, capace di renderti sordo. Sembra l’inferno e invece, per Pastor  Maldonado ieri è stato un paradiso. Siamo in Spagna e oggi, la sorprendente rivelazione della Williams, sarà in prima fila assieme a Fernando Alonso. Lewis Hamilton è stato penalizzato perché non ha riportato un carico di benzina sufficiente al termine del circuito e partirà quindi in ultima posizione. L’idolo locale Fernando Alonso torna a far ruggire la sua Ferrari e pone le basi per un ottimo Gran Premio.

 Fernando Alonso si è mostrato entusiasta in conferenza stampa, dichiarando: <<Sembrava impensabile anche solo sognare di essere in questa posizione, quindi è davvero un passo in avanti. Basta qualche decimo in più e si guadagnano tante posizioni. Non so ancora di quanto siamo effettivamente migliorati, ma in futuro possiamo fare ancora meglio. Speriamo di poter sfruttare questa posizione con una bella gara. Sicuramente partirò per fare punti pesanti e sfruttare il vantaggio su gente come Vettel, Button e Webber».

ferrari

Gli occhi però sono puntati sulla sorpresa Maldonado e sulla sua Williams, in ottime condizioni. Ma chi è questo semisconosciuto ai più? Ha debuttato in F.Renalult con la CRAM, piccola scuderia di Monza, ha vinto il mondiale GP2, è nato 27 anni fa in Venezuela ma è cresciuto agonisticamente in Italia. “Sono un pilota e lotto per vincere, se uno come Hamilton pensa di intimidirmi si sbaglia” aveva rivelato l’anno scorso a Montecarlo. La stampa non ha dubbi: “è un pilota cattivo, farà strada”. Quello che combinerà oggi lo scopriremo tra poco, su Raiuno, alle 14. Ma noi, questo si sa, tifiamo Ferrari…

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *