Gerardo Pulli: odiavo la tv e ora la amo, se la usi bene porta aiuti sociali

By on maggio 26, 2012
gerardo pulli

text-align: justify”>gerardo pulliGerardo Pulli pullula di gioia!

Va bene, la battuta fa schifo ma non sono io qui l’esperto delle parole e delle figure retoriche, lo è il Pulli nazionale, permettetemelo, considerando il tam tam mediatico (e di polemiche) a cui il cantautore dall’occhio ceruleo e dalla voce asmatica si sta sottoponendo. All’indomani del suo trionfo, l’amico del cuore di Maria è stato sommerso da una valanga di articoli e post al veleno. C’è chi diceva che non sa cantare, chi affermava che il programma era scaduto, chi lo criticava perchè teneva il trofeo in bella vista sull’Eurostar (ma dove doveva metterlo? In tasca?) e chi riprendeva la collega Alessandra Amoroso che gli preferiva il presuntuoso Carlo Alberto.

Ma Gerardo ha vinto e quindi Amen. Potete amarlo (in pochi), potete odiarlo (in molti) ma il cantante si godrà comunque tutto il cucuzzaro di roba che il programma gli ha regalato: un contratto con la Emi, un disco in uscita, un trofeo dorato, un botto di soldi e la fidanzata Valeria. Buttali via…

Nel frattempo, Gerardo, in una delle sue molteplici interviste, ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla trasmissione della De Filippi.

gerardo

“Io sono un cantautore, non mi sarei mai aspettato fino all’ultimo di vincere” ha affermato Pulli. “Stando là dentro e non potendo avere contatti con l’esterno, non ti rendi veramente conto di quello che potresti trasmettere al di fuori. Ho rivalutato totalmente la televisione, prima la screditavo; vivendola dall’interno, se usata bene, può portare anche a degli aiuti sociali”. E vorrei ben dire caro il mio cantautore. Se “la televisione” regalasse a me centinaia di migliaia di euro e l’opportunità di realizzare tutti i miei sogni amerei perfino le repliche della Signora in Giallo!

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *