Inzaghi lascia, Del Piero va via dalla Juve. Lacrime e gol per gli addii più dolorosi del calcio italiano

By on maggio 14, 2012
Filippo Inzaghi all'ultima partita

text-align: center”>Filippo Inzaghi all'ultima partita

Giornata di grandi addii nel mondo del calcio, quella di ieri, 13 maggio. Due bandiere hanno lasciato la propria squadra. Alessandro Del Piero (clicca qui per leggere una riflessione) ha abbandonato i colori bianconeri, il suo futuro è incerto, forse Stati Uniti o Giappone. Filippo Inzaghi, invece, si è ritirato da giocatore. Non vedremo esultare dopo un gol sul filo del fuorigioco, o ribattere una palla in rete, con lo spirito da rapinatore d’area che ha contraddistinto il suo modo di giocare.

Con Del Piero e Inzaghi va via un pezzo di storia del nostro calcio. Due attaccanti tra i più forti che l’Italia ha mai avuto. Ma anche due professionisti seri e due uomini esemplari. Nonostante i due non si siano mai amati particolarmente (anzi, ai tempi in cui entrambi giocavano alla Juventus c’è stato qualche attrito) non si sono mai resi protagonisti di atti eccessivo o antisportivi. Anzi, hanno dimostrato attaccamento alla maglia anche se ormai erano spesso confinati alla panchina.

Del Piero e Inzaghi hanno dimostrato di essere tutt’ora, alle soglie die 38 anni il primo e dei 39 il secondo, di essere giocatori validi. Hanno segnato proprio nella loro ultima partita, quasi a voler offrire un ultimo spettacolo ai tifosi e, con esso, ringraziarli dell’affetto che hanno loro tributato.

Filippo Inzaghi

Gli addii più belli sono quelli che ti lasciano qualche lacrima. Del Piero e Inzaghi lo sanno bene. Nel primo, forse, le lacrime erano solo di commozione. Nel secondo, invece, anche di dispiacere: Pippo Inzaghi ha dichiarato tutto il suo dispiacere per il ritiro: “E’ dura lasciare, ho ancora tanta voglia”. Parole, queste, che aprono uno spiraglio per un ripensamento, anche se lo stesso bomber ha ammesso che lasciare così, con un gol e tanti record infranti, è comunque meraviglioso.

About Giuseppe Briganti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *