“Italia Coast2Coast”: seconda puntata, ospiti Tullio Solenghi e Massimo Lopez. Ma lo show stenta a decollare

By on maggio 18, 2012

text-align: center”>Italia Coast2Coast: seconda puntata

Continua il racconto di un’Italia nuova, quella delle tv locali, in prima serata su Rai 2. Ieri sera, in diretta dall’Auditorium Rai di Napoli, è andata in onda la seconda puntata del programma “Italia Coast2Coast”, condotto dall’irriverente Trio Medusa e dalla bellissima showgirl spagnola Laura Barriales. La scorsa settimana, gli ascolti non hanno premiato l’apparente originalità del nuovo format televisivo. Forse perché, ad una più attenta analisi, di originale c’è ben poco: un mix di due show che hanno fatto la storia di Italia 1, la rete Mediaset da sempre rivolta ai giovani. Stiamo parlando del rimpianto “Mai dire tv”, con la formidabile Gialappa’s Band, e di Matricole, programma in cui personaggi dello spettacolo rivivevano i propri esordi in tv.  Ed infatti, “Italia Coast2Coast”  è strutturato proprio sulla falsariga di questi due format, pubblicizzando i singolari personaggi delle tv locali ed invitando in studio vip a cui mostrare i loro primi passi nel mondo dello spettacolo.

Anche ieri sera, rispetto alla puntata precedente, la struttura è rimasta inalterata. Unica differenza, la maggiore presenza in studio di ospiti provenienti dalle tv regionali. Talenti emergenti delle realtà locali, della radio e del web  l’hanno fatta da padrone. A cominciare dalla sigla, la hit “Oggi il sole non c’è”, già ascoltata nella scorsa puntata ed ora promossa a colonna sonora del programma. Autrice del nuovo tormentone web, Marzia Gaggioli, cantautrice ventisettenne, originaria di Ostia,  che canta in diciotto lingue grazie ad un traduttore simultaneo. Interessante, no? Nel corso della puntata, è stato poi trasmesso anche il video di un’altra canzone della Gaggioli, anch’essa destinata a diventare un successo, dal titolo “Mamma non sa”. Dai fenomeni web si passa alla Radio. Ecco che, ad intervalli regolari, vengono trasmessi  gli scherzi  di Radio Globo, emittente radiofonica privata con sede a Roma, vera rivelazione della scorsa puntata. La trasmissione, dal titolo “Chiamata a carico”, riprende un po’ le fila degli scherzi ideati da Teo Mammuccari nel suo “Libero”,  con protagonista la gente comune vittima di burle telefoniche. Conduttori ed ideatori degli scherzi sono  Massimo Vari, Francesco De Carlo e Gabry Venus.

Laura-Barriales

Arriva, poi, il momento di far entrare in studio le “star”delle tv locali, che si alternano una dopo l’altra.  Direttamente dalla tv locale romana Area 51, arriva Mago Lupis, che si esibisce in un simpatico numero di magia con la bella Laura Barriales ( in questa seconda puntata, passata del tutto inosservata). Dal Lazio si passa alla Puglia. È la volta di Uccio De Santis, da sempre in onda su Telenorba con trasmissioni all’insegna della comicità e della spensieratezza. De Santis gioca con il pubblico in studio, esibendosi in un numero più volte riproposto sulle reti locali. E poi, ancora, Angelo Ruoppolo, giornalista agrigentino di Teleacras, la cui voce naturalmente in falsetto  ne fa un personaggio uscito da un cartone animato;  il fenomeno web Mino Franciosa, esperto ballerino della disco-music ; Lino Corsi, cantante neomelodico napoletano; il comico napoletano Ciro Giustiniani, emerso dalla trasmissione “Made in sud”, in onda su TeleNapoli 34, e che ricorda vagamente, nella voce e nelle battute, il ben più noto Alessandro Siani.

Dopo i “talenti emergenti”, è la volta di quelli che, con costanza e sacrificio, sono riusciti a sfondare nel mondo dello spettacolo. Stiamo parlando di Tullio Solenghi e Massimo Lopez che, giunti in studio, subito ironicamente punzecchiano il Trio Medusa : rivendichiamo i diritti d’autore sul nome “Trio”, facendo ovviamente riferimento al trio Solenghi-Lopez-Marchesini, i cui momenti d’oro risalgono agli anni ’80-’90. Proprio come accadeva nella trasmissione  mediaset  “Matricole”, ai due ospiti viene mostrato un filmato contenente gli esordi del “Trio”, ossia una delle tante parodie de “I Promessi Sposi”.

Il Trio Medusa continua ad essere a proprio agio in un programma televisivo dedicato essenzialmente alla comicità. Un po’ meno Laura Barriales, rivelatasi stavolta completamente inutile.

About Paola Orlando

Nata a Nocera Inferiore (Sa) sotto il segno del Capricorno, è laureata in “Editoria e Pubblicistica” presso l’Università degli Studi di Salerno. Ha collaborato diversi anni con “il Salernitano”, pubblicandovi articoli di cronaca ed attualità. Leggere e scrivere sono le sue più grandi passioni, a cui si aggiunge uno spiccato interesse per il suggestivo mondo della televisione. Sogni nel cassetto? Diventare redattrice di testi televisivi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *