La vita in diretta – 16 maggio: cronaca, baby-mamme e Red Canzian (Pooh) che raccoglie vita e carriera in un libro

By on maggio 16, 2012
La-Vita-in-diretta-mara-venier foto

text-align: center”>

La vita in diretta’, appuntamento fisso pomeridiano della rete pubblica, anche oggi è tornato sugli schermi di Rai 1 a partire dalle 17.15: come primo argomento è stato affrontato lo stesso episodio di cronaca presentato ieri a ‘Pomeriggio 5’, ovvero la scomparsa di Roberta Ragusa. Sono molte infatti le recenti segnalazioni di una presunta sosia della ragazza toscana, alcuni testimoni che l’hanno incontrata portano le loro descrizioni ma non tutte si rivelano attendibili. Dal corrispondente presente sui luoghi degli avvistamenti arriva infatti la conferma: la ragazza segnalata da un albergatore non è Roberta, il mistero si infittisce e si fa sempre più probabile l’eventualità dell’omicidio.  In studio quindi, avvalendosi dell’aiuto di tecnici specializzati, Marco Liorni cerca di scandagliare ogni possibilità: omicidio d’impeto oppure premeditato. Le certezze comunque non ci sono, gli scenari presentati potrebbero rivelarsi del tutto inventati. Anche qui quindi, come spesso accade nei salotti televisivi, un episodio tragico della cronaca nera è stato inutilmente strumentalizzato per coinvolgere gli spettatori.

Poi la linea passa a Mara Venier, che insieme a Red Canzian dei Pooh parla di musica: il bassista della band italiana più longeva di sempre ha compiuto 60 anni e ha raccolto vita e carriera in un libro intitolato “Ho visto 60 volte fiorire il calicanto”.

marco-liorni-foto

L’artista, nato a Quinto di Treviso, è stato convocato dai Pooh dopo l’abbandono di Riccardo Fogli ormai 40 anni fa, nel 1972. Red Canzian – vero nome Bruno – è un polistrumentista e oltre al basso suona anche violino, flauto e altri strumenti – ha raccontato la sua lunga carriera e i grandi amori della sua vita: “Il libro è nato come una biografia prima che perdessi la memoria, poi mentre lo scrivevo mi sono reso conto che riportavo cose che potrebbero interessare sia a chi ha la mia età, sia ai miei figli e ai più giovani che non hanno vissuto il dopoguerra, la povertà e gli anni 50-60. Inoltre è dedicato a mio padre, che se n’è andato nel 2010, è anche un po’ un tributo a lui e a quanto ha fatto per me”. E sulle sue due mogli (è sposato da vent’anni con Beatrix, di seconde nozze) ha confessato: “Credo che un uomo nella vita possa amare più di una volta e in modi diversi. Questo è un libro pieno d’amore, credo di aver fatto di tutto affinché i miei sogni si realizzassero e consiglio ai giovani di fare lo stesso”.

 Infine si espone la questione delle baby-mamme: la donna che è diventata la nonna più giovane d’Italia a 31 anni, le storie di ragazze che hanno avuto figli durante l’adolescenza anche contro il parere dei genitori, e il tragico racconto di una 40enne costretta dalla madre ad abortire due volte in gioventù, che oggi non riesce ad avere figli. Pareri contrari, favorevoli e video racconti di episodi vissuti dalle donne diverse tra loro ma accomunate dagli stessi sentimenti, hanno cercato di spiegare motivazioni ed emozioni di chi questa situazione l’ha vissuta sulla propria pelle.

About Mara Guzzon

Nata nei pressi di Lodi, si è laureata in Scienze e Tecnologie della comunicazione presso lo IULM di Milano. Nella stessa città ha frequentato il Master in Giornalismo e critica musicale del CPM Centroprofessionemusica e ha iniziato ad intraprendere i primi passi nel mondo del giornalismo scrivendo e fotografando. Appassionata di musica, cinema e televisione, attualmente collabora con siti appartenenti al settore dell'intrattenimento e con una web radio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *