La7 in vendita: Gad Lerner dice la sua

By on maggio 6, 2012
Gad Lerner, gironalista e conduttore

text-align: center”>Gad Lerner, gironalista e conduttore

In questi giorni girano voci sulla vendita di La7. Questi rumors hanno messo in allarme chi ha a cuore la linea editoriale dell’emittente televisiva, basata sull’indipendenza e nettamente caratterizzata rispetto a Rai e Mediast, dunque in un certo senso meno generalista.

Gad Lerner dal suo blog è intervenuto sulla questione, fornendo un’interpretazione su quanto sta succedendo in questo momento. In primo luogo, specifica, la notizia di un’eventuale vendita di La7 non è cosa nuova. Circa un anno e mezzo fa la proprietà (Telecom) ha conferito un mandato esplorativo a Mediobanca, incaricata quindi di sondare il terreno e scoprire l’esistenza di papabili compratori.

Gad Lerner si è chiesto per quale motivo solo adesso il ‘cartello vendesi’ stia subendo gli onori della ribalta. Forse le luci dei riflettori aiuteranno gli offerenti a uscire allo scoperto? Ad ogni modo, ha garantito il giornalista, lui non teme un cambio di proprietà. Le voci che sono giunte a lui, infatti, parlano della ricerca di un accordo meramente industriale, in grado, dunque, di non influenzare la linea editoriale.

Tg La7

Gad Lerner si è anche lanciato in una riflessione su La7 in generale e sulla sua messa in mercato in particolare. Come ha evidenziato un po’ di tempo fa Ruffini, il terzo polo televisivo, dal punto di vista degli ascolti, gode di ottima salute mentre sul piano della credibilità sta imponendosi come pilastro imprescindibile dell’offerta televisiva. Queste decisioni, secondo il giornalista, rappresentano un freno per il rapido sviluppo di La7.

L’auspicio di Lerner, infine, è che i futuri proprietari, se ci saranno, siano mossi da una passione per l’emittetnte, piuttosto che da mere motivazioni imprenditoriali: “La7 non smetterà di crescere solo se a curarla saranno degli editori motivati sul prodotto, non da altri calcoli”.

About Giuseppe Briganti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *