Luisella Costamagna non ama Twitter: “E’ un mondo a parte, troppo autoreferenziale”

By on maggio 5, 2012

text-align: center”>Luisella Costamana su Rai3 con Robinson, è contro Twitter

Con il suo Robinson ha provato a creare un programma d’attualità che ai canoni tradizionali del dibattito e dell’inchiesta aggiungesse la novità dell’interazione con i social network: eppure Luisella Costamagna non è una fan di Twitter. Lo ha confermato in occasione della sua partecipazione al Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia (la manifestazione da cui Michele Santoro e Carlo Freccero hanno lanciato la loro autocandidatura alla guida della Rai, ndr), dove la giornalista è stata ospite dell’incontro intitolato Toda tv cambia. Social network e nuovi format della politica in tv. La conduttrice di Robinson si è detta “una grande fan della Rete” ma ha ridimensionato l’importanza di uno dei social network più diffusi, anche in tv: “Twitter è un mondo a parte che non è assolutamente generalista, un mondo autoreferenziale (…) e quindi di quei contenuti mi interessa anche relativamente”.

Un parere non condiviso dal collega e conduttore di L’ultima parola Gianluigi Paragone, che nel corso del dibattito ha invece sottolieato lo straordinario potenziale dell’uccellino blu, perchè mette in collegamento realtà diverse e apparentemente distanti: Twitter è fantastico perché riporta in una discussione, su uno stesso livello, il cittadino con il leader. Il gioco si fa leale quando il personaggio risponde al cittadino”. Uno strumento che sta diventando sempre più una moda dilagante: si twitta in diretta tv, commentando le puntate e rispondendo a sondaggi, si interagisce in un modo certo non diretto, ma comunque dalle possibilità impensabili fino a qualche anno fa.

luisella-costamagna-luca-telese

Forse la Costamagna si sente più a suo agio con l’altro social network diffusissimo in Italia, Facebook. Infatti il sito umoristico Spinoza.it segue ogni venerdì in diretta il suo programma in onda su Rai3: i commenti degli utenti della Rete, quantomeno quelli più irriverenti, vengono poi letti in trasmissione, scandendo i ritmi dei diversi blocchi di contenuto. E poi grazie a Facebook la Costamagna ha potuto constatare in più occasioni l’affetto del suo pubblico, soprattutto all’epoca della sua dipartita da La7. Quando la giornalista fu costretta a lasciare In Onda, il programma d’attualità del week-end che conduceva in tandem con Luca Telese e che aveva conquistato ottimi risultati in termini di audience, il pubblico reagì inondandola di messaggi d’affetto su Facebook e chiedendo con insistenza il suo ritorno. Si vede che in realtà questi social network non sono poi così “autoreferenziali“…

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

One Comment

  1. Giovanni

    maggio 5, 2012 at 10:38

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *