Mistero, Daniele Bossari scopre un fantasma assetato di sesso

By on maggio 18, 2012
bossari introduce la leggenda mistero

text-align: justify”>bossari introduce la leggenda mistero

E’ andata in onda proprio ieri in prima serata un’altra puntata di Mistero, uno show che tratta di cospirazionismo e di occulto ma, come nel migliore delle tradizione, risulta agli telespettatori un vero e proprio show comico da far concorrenza a Sto Classico! e Zelig. Fra i vari servizi andati in onda, uno fra i più interessanti è stato senz’ombra di dubbio quello condotto in tandem da Daniele Bossari e Marco Berry. I due indagatori del mistero sono andati a Città di Castello (città natale del più giovane dei due inviati), luogo nel quale vige la leggenda di una donna-mantide religiosa.

La Sora Laura, questo è il nome della donzella,  era solita lanciare un fazzoletto di stoffa dalla sua finestra e il primo gentil’uomo che accoresse a raccoglierlo, veniva invitato dalla fanciulla a salire nelle sue stanze per godere della sua carnale compagnia. Fondamentalmente un gioco che però costava la vita agli uomini che si concedevano alla Sora Laura visto che, dopo l’atto sessuale, di questi uomini non vi era più alcuna traccia. Alcuni di questi corpi furono ritrovati in un fiume nei pressi della città. Ad oggi sembra che nel palazzo, ora sede di una pinacoteca cittadina,  sia abitato dal fantasma della donna che, a detta di Bossari “è un fantasma che vuole placare la sua sete di sesso…”.

bossari-sensitiva-mistero

Per cercare di carpire i misteri di quel luogo ma soprattutto per scoprire se esistono veramente delle tracce di questo fatidico fantasta della Sora Laura, sono stati invitati ad effettuare vari tipi di indagini ben due sensitivi, Daniele Gullà (già fautore di una rubrica all’interno dello stesso programma d’ItaliaUno) e un ingegnere esperto utilizzatore di apparecchiature elettriche. Dopo aver scomodato anche uno storico ma soprattutto dopo svariati minuti di indagini, i risultati tirati fuori sono ben due: delle foto ritraenti una faccia e l’ombra di un mezzobusto femminile ed un particolare suoni che, a detta degli indagatori, potrebbe essere l’urlo di uno degli uomini traviati dalla donna assassina. Scettici? Guardate le foto nella gallery e… fateci sapere.

About Gigi

Gigi, classe 1989, pugliese doc. Figlio della generazione 2.0 e appassionato di Social Media, coltiva moltissimi hobby: il video editing, la recitazione, bloggare online, cimentarsi nella fotografia e nel web-design.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *