Moto Gp: in Portogallo Valentino Rossi è ottimista. La Pole è di Stoner

By on maggio 6, 2012
casey stoner

text-align: justify”>casey stonerDopo Qatar e Spagna il moto Gp resta nella penisola iberica. Rombano i motori in Portogallo dove si scongiura la minaccia pioggia. A sfregarsi le mani Casey Stoner, detentore della pole position. Dopo di lui Dani Pedrosa e Cal Crutchclow. Dovizioso settimo mentre continua il trend negativo di Valentino Rossi, solo nono. The doctor si mostra comunque tranquillo, perfino soddisfatto per certi versi: “Abbiamo iniziato in maniera discreta, ho potuto guidare abbastanza bene e ho chiuso non troppo lontano dal primo tempo. Sono stato veloce in diversi settori della pista, riesco a frenare bene ed entro in curva nella giusta maniera. Perdo molto solamente nell’ultimo split quindi sto cercando di capire insieme ai tecnici il perché soffro così tanto nell’ultima curva”.

A sentire Rossi possono quindi ben sperare tutti i fan. “Il nostro obiettivo sarà quello di essere efficaci in tutti i settori della pista. Vedremo come saranno le condizioni meteo che ieri erano difficili. Nell’umido siamo andati bene ma ci auguriamo una pista completamente asciutta”. Dello stesso augurio anche Hayden: “la pista era umida ma le nuove gomme offrono più sicurezza. Speriamo di aver azzeccato le ultime modifiche ed essere più competitivi in gara”. La concorrenza, è un dato di fatto, è bella che agguerrita. Stoner in piena forma è andato come un fulmine facendo segnare nelle prove ufficiali un tempo di 1’37”188. Molto bene anche il compagno di squadra, Stoner.

GP PORTOGALLO

Immagine 1 di 4

*** Local Caption ***

Le prove di ieri sono state contraddistinte anche dalla bandiera rossa. Urto infatti tra Randy De Puniet e Colin Edwards. Il pilota francese ha perso aderenza all’anteriore finendo dritto contro la Suter-BMW di Edwards. Brutto lo schianto di quest’ultimo che ha battuto spalla e testa. I soccorsi hanno interrotto le qualifiche per una manciata di minuti e hanno portato via il pilota statunitense in barella.

Oggi è un altro giorno però, e si corre. Possibilmente veloce.

About Simone Rausi

Quando nacque a Catania nel 1986, Pippo Baudo urlò “Fantastico!”. Già, la settima edizione era in onda su Raiuno in quel momento. Ha divorato decenni di fiction e programmi tv prima di laurearsi in Scienze della comunicazione. Ha fatto lo speaker, il giornalista, il blogger e attualmente è copywriter presso un’agenzia di pubblicità (ma sua nonna dice in giro che fa il copriwater). Ha scritto un romanzo sui carciofi ma non ne mangia uno da anni. Lo trovate su tutti i social network del mondo… o davanti qualche schermo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *