“Nero Wolfe” chiude con 4,9 mln: il riassunto dell’ultima puntata “Coppia di spade”

By on maggio 25, 2012
foto serie tv nero wolfe

text-align: center”>foto serie tv nero wolfe

La prima stagione di Nero Wolfe, la serie tv prodotta da Casanova Multimedia e da Rai Fiction, è terminata ieri sera con l’ottava e ultima puntata dal titolo Coppia di spade andata in onda su Rai Uno. Un grande successo per il programma diretto da Riccardo Donna che ha vinto la corsa all’auditel quasi tutte le settimane (questo episodio è stato visto da 4.982.000 telespettatori per uno share del 19,82%) a dimostrazione del fatto che agli italiani il nuovo volto dell’investigatore creato dallo scrittore Rex Stout è piaciuto. Nero Wolfe è stato infatti interpretato dall’attore Francesco Pannofino, supportato dagli altri indiscussi e bravi attori del cast: Pietro Sermonti (Archie Goodwin), Giulia Bevilacqua (Rosa Petrini), Andy Luotto (Nanni Laghi), Marcello Mazzarella (Commissario Graziani), Michele La Ginestra (Spartaco Lanzetta) e Davide Paganini (Maresciallo Bordon). Ospiti di quest’ultima puntata anche Elena Bouryka (Neya Tormic) ed Elena Radonicich (Carla Tormic).

Ecco il riassunto:

In un prestigioso circolo sportivo spariscono alcuni gioielli. La signora Falchi accusa una delle due insegnanti di scherma, Neya Tormic, che in quel momento stava facendo lezione assieme alla collega e cugina Carla a due uomini, il russo Percy Ludlow e l’americano Rudolph Faber. Carla decide di rivolgersi a Nero Wolfe e mentre lo aspetta nasconde un microfilm con scritte alcune cifre in un libro della biblioteca. L’investigatore però non accetta il caso. Il microfilm è il lasciapassare delle due ragazze jugoslave per restare in Occidente. A ricattarle è proprio Ludlow. Ma la sorpresa più grande avviene quando Neya va da Wolfe assieme a Carla e gli rivela di essere sua figlia. Il detective, infatti, ha avuto una relazione con una ragazza tanti anni prima e la notizia lo sconvolge. Le aveva chiesto di seguirlo, ma Anna era una militante comunista e un giorno sparì. Anni dopo si scoprì che era stata fucilata dai nazisti. Egli sa che quello che raccontano le Tormic non è tutta la verità e per questo chiede a Lanzetta e ad Archie di occuparsi del caso.

una-scena-di-nero-wolfe

Goodwin si reca al circolo sportivo e interroga la signora Falchi e il suo amico Vincenzo Barrera ma improvvisamente viene dato l’allarme perchè Ludlow è stato ucciso con una spada al quale è stata sostituito un puntale mortale. Neya lo trova nel suo accappatoio e lo consegna a Goodwin, il quale riesce a portarlo a Wolfe e a farglielo nascondere prima che la polizia lo trovi. Il commissario Graziani, però, va a casa di Wolfe e gli annuncia che i gioielli sono stati ritrovati nella tasca di Ludlow e che Neya è stata arrestata per l’omicidio. Il signor Faber fornisce un alibi a Neya ma c’è qualcosa di strano: intervengono infatti i servizi segreti e Wolfe e Graziani devono collaborare per fornirsi informazioni l’un con l’altro. Rosa Petrini racconta a Goodwin che il circolo di scherma è un luogo dove avvengono molti intrighi e giri sottobanco. La Falchi intanto ricatta Goodwin (ha infatti visto Neya consegnargli in puntale) e assieme a Barrera cerca di ritrovare il microfilm. Improvvisamente la donna muore e Barrera e la polizia credono che si tratti di un suicidio. Nel frattempo Neya e Carla vengono ospitate da Wolfe. Di notte le due ragazze cercano di riprendere il microfilm ma ad aspettarle c’è proprio l’investigatore che però non riesce a farle parlare. Faber si presenta da Wolfe per fargli una proposta: l’immunità giudiziaria su tutto il territorio italiano in cambio del microfilm, ma il detective non accetta. Goodwin consegna un foglio con le cifre del microfilm e i due finalmente si baciano. Neya parla con Wolfe: se non riavrà quel microfilm Carla verrà uccisa da Barrera. Ma arriva una telefonata: l’uomo è morto e Carla è scomparsa. Neya vuota il sacco con i servizi segreti e Wolfe deve risolvere la situazione prima che la sua casa venga perquisita. Carla, tra l’altro, si è rifugiata proprio in casa dell’investigatore. Come al solito Nero Wolfe riunisce i protagonisti, compreso il capo dei servizi segreti che arriva all’abitazione prima del previsto e illustra il caso: Faber ha ucciso Ludlow per avere il microfilm in cui ci sono alcuni dati importanti per la fabbricazione di missili. Wolfe lo brucia davanti a tutti. Neya ha venduto per soldi Carla, che è la vera figlia di Wolfe, a Barrera ucciso da Carla per legittima difesa. Scoperta, la ragazza tenta di infilzare con la spada l’investigatore, ma ferisce gravemente la cugina che però si salva e viene invitata a restare in casa da WolfeRosa e Archie si dichiarano il loro amore.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *