Off The Report: il Mose di Venezia, Radio Vaticana e lo scandalo Eternit nella prima puntata

By on maggio 28, 2012

text-align: center”>Off The Report: prima puntata su Rai3

La nuova versione di Report, il programma d’inchiesta di Rai3 curato e condotto da Milena Gabanelli, ha debuttato ieri in prima serata su Rai3: il nuovo titolo del format è Off the Report e la cifra stilistica e dei contenuti è sostanzialmente la stessa, cioè quella di approfondire tematiche legate agli investimenti pubblici, ai beni comuni, agli scandali finanziari e giudiziari, portando all’attenzione pubblica sprechi, malfunzionamenti e patologie del sistema economico e politico del nostro Paese. Ieri per la prima delle due puntate di questo spin-off di Report (i cui servizi sono curati da giovani videoreporter), si è partiti dal racconto di ciò che sta accadendo a Venezia: la splendida città sull’acqua, che accoglie 24 milioni di turisti ogni anno, dal 1997 insieme alla sua Laguna è considerata patrimonio dell’umanità. Qui si sta costruendo la più grande opera ingegneristica d’Europa, il Mose, la grande barriera che dovrebbe chiudere l’afflusso delle acque del mare alla Laguna, salvando la città dall’acqua alta. Per il solo progetto del Mose sono stati erogati sinora 4 miliardi di euro su un totale di 5 miliardi e mezzo di spesa previsti.

L’opera è considerata prioritaria dal governo, che continua a finanziarla. In più, grazie ad una legge speciale, lo Stato ha fatto arrivare ulteriori 11 miliardi di euro per il progetto. Ma per difendere Venezia e la sua laguna non si può prescindere dalle grandi navi che entrano nel bacino di San Marco (ne approdano 650 ogni anno) e che spostano enormi masse d’acqua verso la città. Contemporaneamente allo sviluppo del Mose, però, non ci sono i fondi per la manutenzione e l’idea di tenere le grandi navi fuori dalla Laguna non è neanche in programma, nonostante solo poche setttimane fa alla stazione marittima una nave da crocera di oltre 100 mila tonnellate ha rotto gli ormeggi ed è andata alla deriva.

milena-gabanelli-report

Tra gli altri temi affrontati nella prima delle due puntate di Off The Report c’è quello velenoso dell’amianto: nonostante la storica vittoria del 3 febbraio scorso, quando il tribunale di Torino ha chiuso il processo Eternit contro i proprietari della fabbrica di Casale Monferrato con una condanna al risarcimento dei danni a tutte le vittime dell’amianto, la situazione resta altamente critica, perché di Eternit in giro per l’Italia ne esiste ancora una quantità enorme. Per le strade, nelle dicariche, nei palazzi, l’amianto mischiato al cemento ha effetti devastanti sulla salute di chi ne respira le fibre sottilissime (come dimostrato dall’autorevole istituto Ramazzini di Bologna). Ma siccome presenta elevati costi di smaltimento, o non si smaltisce o si abbandona per strada, come dimostrato dall’inchiesta di Piero Riccardi.

Infine, Off the Report si è occupato della questione delle emissioni elettromagnetiche di Radio Vaticana. Con la sentenza della Cassazione dello scorso anno sono stati riconosciuti i disturbi perpetrati fino al 2000 dalle onde radio dell’emittente (un reato però caduto in prescrizione). Dal 2003 è stato avviato un ulteriore procedimento penale, con la gravissima ipotesi di reato di omicidio colposo: ancora in fase di indagine, una delle perizie richieste dal Tribunale di Roma è volta ad accertare l’eventuale “associazione importante e significativa” tra l’esposizione residenziale alle onde radio e i casi di decessi e patologie riscontrate nella popolazione.

La seconda puntata di Off The Report andrà in onda domenica 3 giugno, in prima serata su Rai3.

About ClaudiaGagliardi

Nata a Pompei nel 1987, si è laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul pluralismo e l'indipendenza dell'informazione e sta per specializzarsi in Comunicazione istituzionale. Oggi si occupa delle pagine di attualità del portale Excite.it. Appassionata di giornalismo e di politica, segue con attenzione il mondo della televisione, spesso con occhio critico, soprattutto sul versante della qualità dell'informazione. Divoratrice di programmi di approfondimento e di satira, ma anche di serie tv ("Friends" e "Lost" su tutte) e di cinema, insegue il sogno di diventare giornalista professionista.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *