Quarto Grado, l’ultimo incontro di Salvatore Parolisi e Ludovica

By on maggio 19, 2012
Salvatore Parolisi

text-align: center”>Salvatore Parolisi

Una puntata colma di colpi di scena quella di Quarto Grado andata in onda ieri sera 18 maggio su Rete Quattro con Salvo Sottile e Sabrina Scampini infatti la trasmissione di approfondimento giornalistico sui fatti di cronaca più rilevanti della nostra attualità ha messo in evidenza il punto di svolta delle indagini grazie alla presenza di nuovi testimoni che potrebbero rimescolare tutte le carte in tavola sulla situazione di questi delitti rimasti ancora drammaticamente irrisolti. E’ il caso del delitto di Melania Rea il cui unico accusato risulta il marito Salvatore Parolisi. Il testimone di questa storia è proprio lei, l’amante di Parolisi, Ludovica colei che ha affermato “diceva che non ero l’amore della sua vita ma la sua vita” infatti dalla puntata di Quarto Grado di ieri sera è emerso un incontro tra Salvatore e la sua amante dopo il delitto di Melania, un incontro che è rimasto ben impresso nella mente dei due protagonisti.

Un incontro furtivo però, non completo, fatto di uno scambio di sguardi eloquenti però quello tra Parolisi e la sua amante avvenuto il giorno in cui l’uomo si è recato a ritirare la macchina dai carabinieri, un ultimo incontro infatti proprio il giorno dopo l’uomo sarà arrestato con l’accusa di aver ucciso la moglie Melania nel bosco delle Casermette. Da testimone dunque , Parolisi si è ritrovato implicato in maniera diretta in questo caso, e per quanto la verità sia ancora lontana, questo incontro di cui ancora non è stato esplicitato molto, secondo Quarto Grado la dice lunga sul caporalmaggiore e la sua doppia vita.

emanuela-orlandi

Un testimone è spuntato anche per il caso di Yara Gambirasio, come è stato svelato ieri a Quarto Grado,  infatti una prostituta che frequentava il centro commerciale dove è stata trovata Yara ha confessato di aver trovato e  raccolto un taglierino esattamente 5 giorni dopo la scomparsa di Yara. Attualmente i carabinieri hanno sequestrato il taglierino e lo hanno inviato ai Ris per le analisi del caso in cui si cercherà di rilevare se si tratta o meno dell’arma del delitto.

Intanto un altro caso è stato approfondito a Quarto Grado infatti sono finalmente iniziati dopo 4 mesi dalla scomparsa le ricerche di Roberta Ragusa da parte dei carabinieri che stanno in questi gironi setacciando il pozzo della sua abitazione in un lavoro certosino che testimoniano il fatto che le tesi sull’ allontanamento volontario della donna risultano sempre più deboli. Effettivamente già da dicembre, come testimoniano le amiche, qualcosa era cambiato nella vita di Roberta, infatti non  era più la solita Roberta di sempre a detta delle stesse che la ricordano particolarmente triste e scoraggiata. Che ciò dipendesse dal tradimento del marito Antonio Lolli?

Si è parlato nuovamente a Quarto Grado della scomparsa di Fabrizio Pioli con il papà in studio dopo l’arresto della mamma di Simona Napoli e del caso di Emanuela Orlandi la cui scomparsa è collegata ad Enrico De Pedis, facente parte della Banda della Magliana la cui tomba si trova a Sant’Apollinaire, al setaccio degli inquirenti in questi giorni considerato che si pensa che tra le ossa ci possano essere anche quelle di Emanuela. Proprio per questo Don Vergani è stato indagato in concorso per il sequestro di Emanuela Orlandi che potrebbe finalmente essere ad un punto di svolta importante e pieno di colpi di scena, che verranno approfonditi a Quarto Grado nella prossima puntata.

About Alessia Onorati

E' laureata in Lettere indirizzo Discipline dello Spettacolo con una tesi sul metalinguaggio nel cinema documentario. Sin dalla tenera età amante della scrittura, è approdata al mondo del giornalismo con uno stage post universitario in un giornale locale della sua zona di residenza per poi iniziare varie collaborazioni da free lance con mensili di spettacolo e siti web. Appassionata di letteratura, viaggi, teatro e cinema, non può fare a meno della tv e soprattutto adora i programmi gialli e horror, nonché di mistero e approfondimento culturale "di qualità".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *