TG La7 Speciale, Enrico Mentana in diretta dai luoghi colpiti dal terremoto in Emilia

By on maggio 29, 2012
tgla7- speciale logo

text-align: center”>

Questa mattina (martedì 29 maggio 2012) intorno alle 9.00 un’altra scossa ha fatto tremare Emilia Romagna e dintorni, a soli nove giorni di distanza dal terremoto che aveva colpito le stessa zone provocando danni a persone e a strutture architettoniche. I disagi provocati dal sisma e i dispersi sotto le macerie sono purtroppo aumentati e la Terra non smette di assestarsi; intorno alle 13.00 di oggi una seconda forte scossa ha bloccato il nord Italia per più di trenta secondi, ed è stata avvertita da Bologna a Milano.

La7, tramite un’edizione speciale del TG La7, sta cercando da questo pomeriggio di documentare la situazione in maniera obiettiva e documentaristica, proprio in diretta dai luoghi colpiti. Enrico Mentana direttore del telegiornale che in pochissimo tempo si è ritagliato una amplissima fetta di telespettatori affezionati grazie al suo modo di fare notizia e di raccontare i fatti senza giri di parole o strumentalizzazioni – si trova a Mirandola (MO) e cerca di spiegare la situazione di disagio e l’incubo che gli abitanti dell’Emilia Romagna stanno vivendo in questi momenti. Nel piccolo Comune modenese il Duomo è stato sventrato e i danni sono incalcolabili.

enrico-mentana-tg-la7

“C’è pieno di curiosi che scattano foto. Il mondo dell’informazione spesso è un circo, ma qui stiamo cercando di documentare ciò che sta succedendo” spiega il direttore.

Basso mantovano, Modena, Ferrara e sud del Veneto sono state le zone più colpite e sono tutte zone che erano già state danneggiate nove giorni fa. Le prime scosse hanno evitato la tragedia perché molta gente ha deciso di lasciare le proprie case e mettersi al riparo nelle tendopoli.

Quindici vittime, scuole chiuse, case e chiese crollate e migliaia di persone sfollate, che ora sono rimaste senza una casa: questa è la drammatica situazione che improvvisamente è tornata a colpire queste terre. L’approfondimento fornito dalla rete alterna interviste, immagini in diretta e interventi di geologi e sismologi che, dall’Istituto Nazionale di Geofisica, lavorano per seguire il tutto e aiutare gli abitanti delle zone colpite con ogni mezzo che hanno a disposizione.  I sopralluoghi si moltiplicano ma anche i soccorsi da parte di volontari che offrono il loro prezioso aiuto.

La Parata Militare del 2 giugno che dovrebbe svolgersi a Roma in occasione della Festa della Repubblica sarebbe segnata dal lutto: dai cittadini e da alcune forze politiche arriva la legittima richiesta di sospenderla per devolvere ai numerosi sfollati la somma destinata alla manifestazione.

About Mara Guzzon

Nata nei pressi di Lodi, si è laureata in Scienze e Tecnologie della comunicazione presso lo IULM di Milano. Nella stessa città ha frequentato il Master in Giornalismo e critica musicale del CPM Centroprofessionemusica e ha iniziato ad intraprendere i primi passi nel mondo del giornalismo scrivendo e fotografando. Appassionata di musica, cinema e televisione, attualmente collabora con siti appartenenti al settore dell'intrattenimento e con una web radio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *