“Titanic – Nascita di una leggenda”: il riassunto della sesta e ultima puntata

By on maggio 31, 2012
foto fiction titanic nascita di una leggenda

text-align: center”>foto fiction titanic nascita di una leggenda

Si è conclusa ieri sera la fiction Titanic – Nascita di una leggenda diretta dal regista Ciaran Donnelly e interpretata da Alessandra Mastronardi (Sofia Silvestri), Kevin Zegers (Mark Muir), Derek Jacobi (Lord Pirrie)Massimo Ghini (Pietro Silvestri), Valentina Corti (Violetta Silvestri), Edoardo Leo (Andrea Valle), Chris Noth (JP Morgan), Billy Carter (Thomas Andrews), Ian McElhinney (Henry Carlton), Denise Gough (Emily McCann Hill), Branwell Donaghey (Michael McCann), Martin McCann (Conor McCann), Charlotte Bradley (Mary McCann), Ophelia Lovibond (Kitty Carlton) e Neve Campbell (Joanna Yaegar). L’ultima puntata è stata seguita da 2.153.000 telespettatori  per uno share dell’8.13% e grazie al suo finale ha lasciato presagire che molto probabilmente ci sarà un seguito anche se lo scarso auditel (almeno qui in Italia) potrebbe indurre invece la produzione a non realizzare una seconda stagione. Lo sapremo più avanti. Intanto ecco quello che è successo in questa puntata conclusiva (qui invece il riassunto completo del quinto episodio):

Da New York arriva il contabile Samuel Johannson, inviato a mettere sotto controllo tutti i conti riguardanti il Titanic. L’uomo è colpito Sofia e non esita a farle una corte spietata. La ragazza, peraltro, sembra aver rinunciato a Mark ed è molto emozionata all’idea di riprendere gli studi. Samuel riesce quasi a convincerla a trasferirsi a New York, luogo stimolante per poter finalmente vivere con maggiore tranquillità. Dal canto suo Mark continua le ricerche di sua figlia. Finalmente viene a sapere dal prete della sua vecchia parrocchia del ritrovamento di un vecchio documento nel quale è riportato il nome della ragazza. Sarah dovrebbe vivere assieme a sua madre vicino Belfast, ma quando Mark cerca di trovarla scopre che si è trasferita nella capitale.

una-scena-di-titanic-nascita-di-una-leggenda

I lavori sul Titanic sono praticamente giunti al termine. La questione principale adesso è l’attrezzatura. Andrews è convinto che siano necessarie un numero di scialuppe pari al numero dei passeggeri che la nave può trasportare ma le Regole della Marina impongono che invece siano proporzionali al peso dell’imbarcazione. Questo sarà uno dei motivi principali che causerà la morte di tanta gente nel disastro della nave. Violetta partorisce il figlio di Conor, mentre Michael McCann torna a Belfast. L’uomo, fratello del defunto, si dichiara alla giovane Silvestri proponendole di fare da padre al bambino e di prendersi cura di lei. Inizialmente indecisa, Violetta finisce per accettare di sposarlo. In città i contrasti tra le due classi religiose, cattolici e protestanti, non si placano e Lord Pirrie, ormai stanco del suo partito, i liberali, si ammala e decide di non partire con il Titanic. Tante sono le personalità americane e inglesi che prendono parte al viaggio inaugurale del transatlantico, grazie anche all’aiuto della giornalista Joanna la quale sta per concludere la sua attività di spia per i tedeschi. La Yaegar, oltretutto, è riuscita a diventare amica di Sofia alla quale procura un colloquio di lavoro come illustratrice per il New York Times. A questo punto anche il riluttante Pietro è orgoglioso dell’impegno di sua figlia e decide pertanto di regalarle un biglietto di sola andata sul Titanic. Mark decide di accettare l’invito di Andrews per entrare nel gruppo di tecnici e specialisti della nave. Forse in questo modo riuscirà anche a ricostruire il suo rapporto con Sofia. Sul Titanic salgono anche Violetta, Michael e il neonato, convinti che in America troveranno la loro fortuna, Joanna, Kitty, ormai attrice impegnata in una tournée e Sarah, la figlia di Mark, ignara del fatto che a bordo c’è anche il suo vero padre. Il Titanic comincia così il suo primo e ultimo viaggio, lasciando i telespettatori ignari di ciò che accadrà ai protagonisti della fiction.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *