Un due tre stella Special: il meglio in una puntata ben montata

By on maggio 12, 2012
guzzanti-sabina

text-align: center”>Un due tre stella Special, il meglio dello show

La televisione prepara le valigie per le vacanze e i programmi cominciano a chiudere. Venerdì scorso si è concluso su La7 Un due tre stella di Sabina Guzzanti. Ieri sera è andato in onda il primo dei due speciali con il meglio dell’esperimento guzzantiano. Uno speciale che mostra con un montaggio il meglio di una trasmissione è sempre conveniente per una rete che riesce a portare a casa ascolti a costo zero. Dopo nove anni di assenza Sabina Guzzanti è tornata in televisione affrontando tematiche come la crisi economica, la democrazia, la televisione, il lavoro, la crisi dei partiti, i giovani e l’istruzione, la giustizia e la cultura. La scorsa settimana abbiamo riconosciuto al programma un carattere innovativo, dopo le difficoltà iniziali il programma è riuscito a trovare un  suo equilibrio con una formula a metà tra occupazione e sperimentazione. Satira e denuncia sociale insieme in uno studio che a tratti sembra un centro sociale o un teatro occupato. La puntata ha riproposto l’imitazione dell’ex presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, forse l’imitazione più riuscita. La Gazzetta di Parma e Il Messagero hanno addirittura scambiato la Guzzanti con la Marcegaglia usando la foto della sua imitazione. Riproposti anche i divertenti e surreali moniti del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

gazzettadiparma-guzzanti-marcegaglia

La Guzzanti dimostra anche in questo caso le sue capacità riuscendo a riportare nelle movenze e nel volto il personaggio imitato. Il montaggio rende scorrevole e godibile la puntata, sintomo che la diretta non è per tutti. Il programma non si può includere in nessun genere e non è detto che questo sia un difetto. La voce fuori campo poteva essere sfruttata meglio e la Guzzanti conduttrice anche se un po’ ingessata non se l’è cavata male. Gli ascolti, pur essendo in media con la rete, sono al di sotto delle aspettative mentre il seguito sul web è molto forte. Va riconosciuto a Sabina Guzzanti il merito di aver lanciato alcuni giovani, su tutti Saverio Raimondo e Edoardo Ferrario, due rivelazioni. Buona l’idea della Banca della Magliana con i protagonisti di Romanzo Criminale e ben fatti i cartoni animati di Tiwi in stile Beautiful Lab. La vera rivelazione di Un due tre stella è stata Caterina Guzzanti. La sua Vichi, fascista del terzo millennio e la hostess di una compagnia low cost hanno convinto pienamente.

About Giuseppe Candela

Nato a Nocera Inferiore(Sa) si è laureato in Scienze della Comunicazione con una tesi sulla comunicazione politica dal titolo “Pop o Papi? Vizi privati e pubbliche virtù. L’assenza-essenza dei media”. Si sta specializzando nell’ambito televisivo. Appassionato di calcio, di politica e soprattutto del piccolo schermo, ha collaborato e collabora con tv e giornali locali. Da settembre 2009 è opinionista a “Domenica in L’Arena” su Raiuno. Ha scritto e condotto eventi che hanno avuto risonanza nazionale. Guarda con occhio critico la televisione senza nessun pregiudizio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *