“Una grande famiglia”: Piera Degli Esposti è la misteriosa segretaria Serafina

By on maggio 15, 2012
foto dell'attrice piera degli esposti

text-align: center”>foto dell'attrice piera degli esposti

E’ senza dubbio una delle attrici migliori che abbiamo in Italia. E il personaggio interpretato nella serie tv Una grande famiglia diretto da Riccardo Milani e la cui ultima puntata  ha raccolto ieri sera oltre 7,5 milioni di telespettatori è la dimostrazione del fatto che Piera Degli Esposti, pur interpretando un ruolo minore, ha dato grande prova della sua maestria e ha destato curiosità nei telespettatori. E’ difatti l’unico personaggio rimasto “insoluto”, in attesa probabilmente di diventare ulteriormente protagonista nel seguito della fiction le cui riprese cominceranno a breve. Serafina è infatti la segretaria storica di Ernesto Rengoni, proprietario dell’omonima azienda che dopo la scomparsa del maggiore dei figli attraversa una delicata fase di crisi a causa di un vistoso ammanco di denaro nei conti. Serafina conosce alcuni segreti e dietro a quel suo aspetto così semplice e affidabile nasconde una personalità oscura e misteriosa. Lei sa. Ma cosa? Per Ernesto Rengoni, prima del clamoroso ritorno di Edoardo, la sua assistente conosce i motivi della morte del figlio e soprattutto degli spostamenti delle ingenti somme di denaro dai conti della società. Ma interrogandola l’uomo non viene a sapere nulla. Serafina infatti tace, con un vistoso imbarazzo, senza dar modo di scoprire minimamente quale sia la verità. Intervistata proprio a proposito del suo personaggio, e con la speranza di  ottenere qualche dettaglio che potesse spiegare il suo personaggio, la stessa Piera Degli Esposti non ha lasciato trapelare nulla: “Lo giuro adesso sono più o meno all’oscuro quanto voi. Forse Gassman ha capito di più, mi sono concentrata tantissimo sulla mia Serafina e ancora una volta mi è piaciuto molto”. Insomma, l’attrice non ci ha chiarito le idee. A questo punto dovremo soltanto aspettare la seconda serie di Una grande famiglia, e cercare di capirci di più anche noi.

foto-piera-degli-esposti

Attrice di teatro, cinema e televisione, scrittrice e regista di opere liriche, la bolognese Piera Degli Esposti effettua la propria formazione nei gruppi sperimentali nati tra la fine degli anni Sessanta e l’inizio dei Settanta presso il Teatro Stabile dell’Aquila. Il suo esordio in teatro avviene nel Teatro dei 101 diretto da Antonio Calenda. In televisione appare per la prima volta nel 1966, grazie al famosissimo sceneggiato Il conte di Montecristo. Nel 1967 appare per la prima volta sul grande schermo, prima con il film Trio di Gianfranco Mingozzi e poi con Questi fantasmi di Renato Castellani. Negli anni successivi tante sono le pellicole e le pieces teatrali a cui prende parte. Nel 1980 assieme a Dacia Maraini decide di scrivere la storia della sua giovinezza: nasce così il romanzo Storia di Piera, diventato anche un film per la regia di Marco Ferreri pochi anni dopo. Poi diventa anche sceneggiatrice per il film di Marco Ferreri Il futuro è donna, interpretato da lei stessa insieme a Ornella Muti e Hanna Schygulla. Compare in alcuni film di Lina Wertmüller, mentre nel 1986 ottiene il Nastro d’argento per la sua interpretazione di Teresa in La coda del diavolo di Giorgio Treves. Senza abbandonare il lavoro teatrale, nel 1988 è Venezia nel mediometraggio Biennale Apollo di Sylvano Bussotti e Perpetua ne I promessi sposi al fianco di Alberto Sordi. Gli anni Novanta e Duemila sono ancora caratterizzati da importanti ruoli nel cinema e in tv: Nerolio di Aurelio Grimaldi, L’ora di religione di Marco Bellocchio – per il quale vince il David di Donatello per la migliore attrice non protagonista – Atelier Fontana – Le donne della moda, I baci mai datiTre donne morali . Gli anni Duemila rappresentano soprattutto il suo esordio alla regia di opere liriche. Nel 2008 grazie al film Il divo di Paolo Sorrentino in cui interpreta Vincenza Enea, la segretaria di Giulio Andreotti, Piera Degli Esposti vince un altro David di Donatello. Tra le sue ultime interpretazioni, L’uomo che ama di Maria Sole Tognazzi, Genitori & figli – Agitare bene prima dell’uso di Giovanni Veronesi e la serie tv Tutti pazzi per amore di Riccardo Milani.

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

2 Comments

  1. Simona

    maggio 16, 2012 at 01:32

    Ecco, questa è quella che si definisce una bravissima attrice!

    • luca

      maggio 16, 2012 at 02:56

      concordo pienamente!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *